Il “rimedio non definitivo” di via Verdi

Durante l'ultimo Consiglio comunale, a Castelnovo ne' Monti, si è anche discusso della chiusura di via Verdi, mercè un'interpellanza e un ordine del giorno presentati, rispettivamente, da Luigi Cagni, capogruppo di "Castelnovo libera", e dal gruppo "Persone e montagna". Emendamento sostitutivo odg persone e montagna su via Verdi, uno tra gli argomenti "caldi" del periodo. I due punti sono stati unificati e ne è uscito alla fine un documento proposto dalla maggioranza.

"Il Consiglio comunale - vi si legge - preso atto che il tema della viabilità in via Verdi è già stato affrontato in seguito ad interpellanza del gruppo 'Persone e montagna': che premetteva 'la preoccupazione di molti abitanti di Via Verdi che in seguito alla apertura delle rotonda di via Micheli hanno registrato un notevole aumento del traffico e che l’iniziale destinazione a strada di quartiere si è modificata da fatto a nuova viabilità e che molti automobilisti provenienti dalla zona di Bismantova ritengono più fruibile entrare direttamente in via Verdi anziché percorrere fino alla fine viale Bismantova per raggiungere la rotonda e le successive destinazioni' e che considerava 'che con l’aumento del traffico si è venuto a creare un rapido degrado del manto stradale in via Verdi e che la strada di quartiere è stretta e spesso utilizzata anche come parcheggio dai residenti e che sono pertanto emersi diversi pericoli per l’incolumità degli automobilisti e dei residenti'.

Il documento prosegue: "Vista la risposta dell’assessore alla mobilità con il sostegno del comandante dei vigili, che confermava le difficoltà a realizzare dossi, strisce rumorose o divieto di transito ai non residenti per la vicinanza del cimitero, e la successiva continua e corretta richiesta dei cittadini di limitare il traffico e la velocità in quella strada, dove qualche anonimo cittadino arrivò esasperato a spargere chiodi; considerato che in tre anni la situazione è notevolmente peggiorata sia per l’aumento di traffico sia per la cattiva abitudine degli automobilisti di non passare dalla strada provinciale di Bismantova per immettersi sulla SS 63 e viceversa evitando senza alcuna reale motivazione il sistema delle rotonde; rimarcata quindi alla luce delle considerazioni sopra riportate, la difficoltà a trovare una soluzione condivisa al problema, pur prendendo atto della decisione certamente drastica della chiusura ai non residenti con tutte le eccezioni del caso previste nella ordinanza, come rimedio non definitivo alle problematiche di sicurezza sollevate dalla popolazione

si chiede

al sindaco e alla giunta dopo un breve periodo di sperimentazione, durante il quale monitorare l’effettivo utilizzo della strada sia come strada di quartiere sia come falsa scorciatoia per non utilizzare il sistema delle rotonde per recarsi verso la Pietra e la zona di Bismantova, di valutare insieme alla popolazione abitante nel quartiere ed al costituendo consiglio di frazione l'eventuale modifica dell’attuale ordinanza con le migliori misure per garantire la sicurezza e l’incolumità dei residenti ed una viabilità sicura per tutti".

* * *

Correlati:

“Via Verdi strada chiusa?” (20 ottobre 2012);

Castelnovo ne’ Monti: nuovi provvedimenti per la sicurezza stradale in centro e nelle frazioni (23 ottobre 2012);

Autunno bollente a Castelnovo ne’ Monti (27 ottobre 2012);

Qualcosa da capire (19 agosto 2013);

Via Verdi a Castelnovo ne’ Monti è stata “liberata” (4 novembre 2013)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

9 Commenti

  1. Scusate, ma io da buon cittadino pago anche per la manutenzione di quella strada e rischio di prendere una multa solo perchè i residenti devono parcheggiare sulla stessa (dove peraltro esiste un cartello di divieto di sosta)? La foto delle macchine parcheggiate è vostra, no? I residenti dovrebbero vergognarsi, e i tanto solerti vigili (vedi la vicenda Magnani) perchè non utilizzano questa foto per rimpinguare le casse comunali?

    (Emere)

    Rispondi
    • Ma allora non bisognerebbe spalare e fare manutenzione, che so, in via Enzo Ferrari, nella strada che va a Mozzola e in tutte quelle che vanno in semplici quartieri residenziali senza unire località diverse e lasciare che se ne occupi solo chi ci abita visto che presumibilmente le usano solo loro…

      (Commento firmato)

      Rispondi
      • Caro “commento firmato”, ma se lei vuole andare a Mozzola o in via Enzo Ferrari è libero di andarci, in quanto non vi è divieto.

        (Gianni Zannini)

        Rispondi
        • Sì, ma il fatto è che quelle non hanno bisogno di limitazioni perchè nessuno le usa come scorciatoie per risparmiare 30 secondi…

          (Commento firmato)

          Rispondi
          • Questo è vero, ma le sembra possibile che uno che abita a Casa Pattino per andare al cimitero debba fare la rotonda dell’Albiaccio, scendere, fare quella di San Pancrazio e salire viale Bismantova? Non era più semplice fare in via Verdi un senso unico in modo da eliminare l’aumento del traffico?

            (Gianni Zannini)

  2. Anch’io mi sono chiesta se è legittima la chiusura di via Verdi, per permettere così ai residenti di continuare a parcheggiare sul ciglio della strada e di aver maggiore tranquillità… P.S.: addirittura poi i chiodi?! non ho parole…

    (Laura)

    Rispondi
  3. In poche parole e senza tanti giri di parole in politichese maccheronico, si può transitare in questa scorciatoia per la Pietra o no?

    (Andrea)

    Rispondi
  4. Venendo dalla RSA e dovendo andare a Castelnovo centro devo scendere da viale Bismantova, risalire alla rotonda di via Micheli per poi ridiscendere. Non mi sembra sia la soluzione migliore per non inquinare e risparmiare sul già costoso carburante.

    (Patrizia)

    Rispondi
  5. Propongo di raccoglier firme contro questo provvedimento e la prima in assoluto dovrebbe essere quella del sig. Virgilli, abitante che non ha chiesto la chiusura ed è addirittura contrario, leggendo le tante lettere dell’articolo precedente.

    (Eros Tamburini)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48