Un bando per progetti innovativi nelle piccole imprese agricole

 

Ragazza-avvolta-in-un-fazzoletto-dorme-su-un-letto-di-nocciola

Un finanziamento per progetti innovativi nella diversificazione delle produzioni e dell’innovazione aziendale, rivolto a imprese agricole reggiane e modenesi, in forma singola o associata. E’ quello messo a disposizione dal Gal Antico Frignano e Appennino Reggiano in questi giorni. Con un primo filone saranno finanziati progetti dimostrativi orientati alla diversificazione delle produzioni di nocciolo e castagno, finalizzati alla realizzazione di campi dimostrativi nei quali verificare la validità agronomica di queste culture già studiate dal Gal stesso. I campi pilota che saranno avviati potranno potenzialmente dimostrare al mondo rurale la redditività di queste coltivazioni. Altro filone di finanziamento sono i progetti di innovazione aziendale per l’introduzione di nuove tecniche agronomiche e nuove produzioni non ancora presenti nelle aziende, l’introduzione di nuove tecnologie dell’informazione, l’avvio di attività di marketing, la gestione collettiva della meccanizzazione specializzata e la commercializzazione diretta delle produzioni agricole tipiche e di qualità, attraverso spacci o partecipazioni a mercatini, utili ad per accorciare la filiera tra produzione agricola e consumatori.

“Ci rivolgiamo alle aziende part-time – spiega Luciano Correggi, presidente del Gal - , dove l’azienda agricola è marginale. Di fronte al rischio di abbandono di molte aziende agricole del territorio, la nostra agenzia intende incentivare la diversificazione delle produzioni, introducendo nelle piccole imprese nuove attività di trasformazione e commercializzazione diretta delle produzioni aziendali, ma anche specifiche innovazioni tecniche e organizzative capaci di incrementarne l’attività lavorativa e produrre redditi integrativi”.

Il bando “per la concessione di aiuti per l’attuazione di progetti di qualificazione e diversificazione delle produzioni e delle attività delle imprese agricole dell’Appennino modenese e reggiano” scadrà l’8 aprile 2013 ed ha a disposizione 169.000 euro complessivi. L’aiuto per le imprese agricole previsto dal bando consiste in un contributo a fondo perduto del 40%, i progetti dovranno avere un investimento di almeno 20.000 euro e con un limite massimo di contribuito di 40 mila euro per i progetti dimostrativi e rispettivamente 10 mila e 30 mila euro massimo di contributo per i progetti di innovazione aziendale.

I settori nei quali si interviene sono quello frutticolo, limitatamente alle produzioni autoctone del territorio, quindi mele, pere di particolari varietà, albicocche, ciliegie, nocciolo, castagno da frutto; settore orticolo, sementiero, ovi-caprino (latte e carne), avicunicolo, suinicolo e quello relativo a produzioni vegetali minori come mirtillo, lampone, more di rovo, ribes, uva spina, fragolina di bosco, e così via.

Le domande sulla Misura 411 – Azione 7 - Interventi D del Pal devono essere presentate attraverso il sistema software di Agrea. Per informazioni ci si può rivolgere al Gal Antico Frignano e Appennino Reggiano (il bando è consultabile su www.galmodenareggio.it) o alle associazione agricole.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48