Home Cronaca Apertura a mano di una forma

Apertura a mano di una forma

4
0
Caseificio Cortogno
Da sinistra: l’esperto tagliatore Giancarlo Simonini, il vicesindaco di Casina Silvano Domenichini e Igino Morini del Consorzio del Parmigiano Reggiano

Ruolo di primo piano, per Consorzio del Parmigiano Reggiano e per il caseificio “San Giorgio” di Cortogno di Casina a “Cooking X Art”, la manifestazione gastronomica che a Roma ha unito prodotti di eccellenza, chef e albergatori nel nome della qualità.

Organizzata da Witaly, l’edizione di quest’anno è stata dedicata agli chef emergenti e ai prodotti di montagna. Da qui, dunque, la partecipazione del Consorzio di tutela (che proprio sulla ristorazione di qualità ha accresciuto gli investimenti per favorire il consumo del prodotto), che nel proprio stand aveva accanto il caseificio di Cortogno.

In questo stesso spazio è tra l’altro maturata la vittoria tra i Mega Jackpot’s Monopoly is a 5 Reel Video Slot with 9 Pay-lines. fornelli del giovane chef emergente Marco Martini, che ha utilizzato il prodotto della latteria della montagna reggiana – di cui è presidente Marcello Chiesi - per preparare due portate.

Particolarmente apprezzata dal pubblico è risultata la sempre affascinante apertura a mano di una forma di Parmigiano Reggiano e, insieme a questa, lo “show cooking” dello chef stellato Massimo Spigaroli dell’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense, che ha preparato un dessert a base di formaggio e mosto d’uva.