Così, le Comunaglie, è azienda verde

Le Comunaglie 

Si sono distinte per essere aziende particolarmente green, portatrici di valori etici, sociali e legati alla sostenibilità ambientale, per aver unito tradizione ed innovazione nel raggiungimento di un minor impatto ambientale.

E per tutte queste ragioni sono state selezionate da Legambiente e hanno vinto la terza edizione del PREMIO ECONOMIA VERDE DELL’EMILIA-ROMAGNA, organizzato con il sostegno di Unipol, e con i patrocini di Regione Emilia-RomagnaAsterUnioncamere Emilia-Romagna ed Ervet.

Per valorizzare le sei migliori iniziative imprenditoriali, far conoscere e diffondere le buone pratiche da loro messe in campo, Legambiente e Osservatorio green economy hanno realizzato sei video-interviste in cui i fautori di queste lodevoli imprese si raccontano e presentano il proprio lavoro e le azioni intraprese per migliorare l’ambiente.

I protagonisti dei video sono l’azienda agricola Ortigiani di Bedonia (PR), che ha vinto il premio nella sezione “agricoltura”, Climatica Ceramiche di Sassuolo (MO), che si è aggiudicato il riconoscimento per il settore “industria”, e Petroltecnica di Coriano (RN), primo classificato per i “servizi”. E poi Studio Leonardo di Bologna, menzione speciale per “etica d’impresa”, azienda agricola Le Comunaglie di Ligonchio (RE) - allevamento bio per la produzione di carne Chianina ad alta quota, per la “valorizzazione del territorio montano”, infine Isol-Eco di Calerno (RE) che si è aggiudicata la menzione per il “progetto innovativo in fase di sviluppo”.

Il Premio Economia Verde dell’Emilia-Romagna è divenuto ormai un punto di riferimento per le imprese che fanno propria la filosofia della green economy, un’iniziativa che ogni anno si afferma con nuovi strumenti e canali di promozione per le iniziative imprenditoriali più meritevoli.

Le video-interviste si possono guardare sul sito del Premio Economia Verde.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

5 Commenti

  1. Finalmente una notizia positiva per il comune di Ligonchio, scoviamo le altre, che sicuramente ce ne sono. Auguri di buon lavoro e che si allarghi a quanto avevano progettato di fare: una azienda agrituristica.

    (Giovanni)

    Rispondi
  2. Tantissimi complimenti ad Aldo e Nelda per aver ottenuto questo riconoscimento e un grazie per aver scelto Cinquecerri come sede; complimenti anche a Franco che, con amore e dedizione, cura l’allevamento 365 giorni l’anno.

    (Stefania B.)

    Rispondi
  3. Molto bella la foto delle due mucche bianche che si riposano su un prato verde e che stanno ad annunciare che l’azienda agricola bio “Le Comunaglie” di Ligonchio (per l’allevamento della mucca Chianina in alta quota e il recupero del territorio montano abbandonato all’interno del parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano) si è distinta assieme ad altre aziende per la valorizzazione del territorio montano. “Prati, pascoli e antiche abbeverate sono e saranno ulteriormente valorizzati attraverso l’allevamento bovino e la coltivazione di frutti dimenticati”; Sembra di leggere un antico poema e, forse per la mia origine contadina, mi sembra di capire tutto l’impegno e la fatica che comporta realizzare e curare un progetto del genere, motivo di orgoglio per la nostra terra. Ai proprietari tanti rallegramenti e auguri per un grande successo.

    (Paola Agostini)

    Rispondi
  4. Complimenti per il riconoscimento all’azienda bio “Le Comunaglie”. Fa molto piacere vedere le mucche al pascolo. Anche a Valbona di Collagna vi sono diversi contadini che amano le mucche e le pecore e le mandano fuori al pascolo dalla primavera all’autunno. I benefici sono: risparmio sul fieno, concimazione del terreno senza cospargere letame, la bestia vive di più e meglio, carne più tenera e ottimo latte di qualità.

    (Doriano Fiorini)

    Rispondi
  5. Complimenti ad Aldo Ceccardi e ai suoi collaboratori: per il riconoscimento ottenuto, per l’esempio di iniziativa innovativa e coraggiosa che recupera valore al territorio agricolo, per l’attaccamento dimostrato alle sue radici in quel di Vaglie e di Ligonchio. Abbiamo iniziato ad apprezzarne personalità e lavoro con la cittadinanza affettiva del Parco e con la concessione del marchio del Parco ai prodotti dell’azienda Le Comunaglie. Ci auguriamo di poter collaborare sempre e avere risultati importanti per l’impresa e il territorio.

    (Parco nazionale Appennino tosco-emiliano)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48