Slalom olimpico: dopo i primi trenta Razzoli è 16°. AGGIORNAMENTO – Esce nella seconda manche

Giuliano Razzoli a Sochi 2014Si sta svolgendo lo slalom olimpico a Sochi.

E' in corso la prima manche con ben 117 iscritti.

Dopo i primi trenta Giuliano Razzoli, campione uscente che scendeva col n. 22, è 16° a 1"80 dal primo che è l'austriaco Matt.

Al 2° posto lo svedese Myhrer a 0"45  e splendido 3° Stefano Gross a 0"75, a pari merito con l'altro svedese Hargin.

Moelgg è 12° a 1"68 mentre Thaler è uscito.

La seconda manche alle 17,15.

* * *

AGGIORNAMENTO

Purtroppo il nostro campione non è riuscito ad arrivare in fondo alla seconda manche. Su un tracciato contorto e su una brutta neve Razzoli è scivolato via a metà percorso.

La stessa conclusione per Moelgg e per tantissimi altri. Gross che era terzo si piazza al quarto posto finale: bravo, ma è l'ennesima medaglia di legno per l'Italia.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

6 Commenti

  1. E pensare che c’era chi lo paragonava a Tomba…

    (Alex)

    Rispondi
    • Questa battuta ce la potevi risparmiare, intanto lui era là e già questa è una grande soddisfazione. La piazza di Villa era piena e ancora unita a tifare per il “suo” Razzo. Commenti come il tuo lasciano il tempo che trovano!

      (GG)

      Rispondi
  2. Sicuramente l’essere paragonato a Tomba era eccessivo, ma grazie lo stesso per averci fatto sognare e averci regalato quattro anni fa la medaglia che valeva di più.

    (Joppa)

    Rispondi
  3. Alex, ovviamente uno può esprimere il proprio pensiero, ci mancherebbe, ma non è che la tua è invidia? Comunque mi unisco anch’io nel ringraziare Giuliano. Ci hai fatto sognare, ci hai fatto sperare e sappiamo benissimo che lo slalom è così, anzi lo sport in generale è così. L’impegno messo è stato il massimo possibile; noi vediamo solo il giorno della gara, ma pensiamo alle migliaia di pali che si è fatto, agli allenamenti, ai sacrifici che si è sottoposto per cercare di essere competitivo. Non ha vinto, ok, ma sono sicuro che ci riproverà. Tra 4 anni sarà comunque più giovane di Mario Matt che ha vinto sabato. In bocca al lupo Giuliano per i tutti prossimi impegni. E ancora una volta un grazie enorme…

    (Lucio)

    Rispondi
  4. E’ innegabile che i risultati di Razzoli negli ultimi tempi siano stati piuttosto deludenti; è però altrettanto innegabile che un vincitore di un titolo olimpico meriti rispetto e riconoscenza vita natural durante! Un grande in bocca al lupo per il prosieguo della carriera e l’auspicio che Razzoli possa torovare quella continuità, a mio avviso soprattutto “di testa”, che gli possa permettere di ritornare ai fasti di Vancouver.

    (Ivano Pioppi)

    Rispondi
  5. Condivido quanto indicato da Ivano, a mio avviso, pur non conoscendo Razzoli, i risultati deludenti di questi ultimi anni potrebbero paradossalmente essere imputabili al peso al collo di quella stupenda e meritata medaglia. Io credo si riscatterà, proseguendo la carriera al meglio, glielo auguro. Forza Razzo!

    (Miriano)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48