Dal Cerreto a Succiso, passando per Valbona, la Montagna è inCantata

 

Mulino Cerreto

Mulino Cerreto

Con “L’Alpe da Cerreto a Succiso lungo i sentieri della transumanza” prosegue il 18, 19 e 20 luglio il progetto “La Montagna inCantata”, promosso dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale per il rilancio dell’Appennino. 
Si parte venerdì 18 luglio con “Nel paesaggio dei Briganti”. Il ritrovo è previsto per le ore 16.00 presso la cooperativa “I Briganti del Cerreto” a Cerreto Alpi (Collagna, Reggio Emilia). Inizieranno quindi le escursioni nell’anello dei quattro laghi: il Pranda, lo Scuro e le Gore, con l’accompagnamento di Davide Tronconi. Si potranno incontrare i giovani lavoratori della cooperativa di paese attualmente impegnati nei lavori boschivi. Dalle ore 19.00 inizierà la discesa al mulino del Cerreto, in posizione suggestiva lungo la riva destra del Secchia. Alle ore 21.00 presso il metato del Cerreto i partecipanti saranno allietati da “I racconti del castagno” con Celio.
Si prosegue sabato 19 luglio con “Valbona, terra di pascolo”. Il ritrovo è previsto alle ore 10.00 all’ingresso del paese di Valbona (Collagna, Reggio Emilia). Fino alle ore 12.30 sarà effettuata l’esplorazione geostorica del paese. Dalle ore 12.30 alle 14.00 presso il sito della chiesa si terrà l’illustrazione delle opere compiute ed in corso da parte del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale. Seguirà uno spuntino a base di pecorino, grana di montagna e pane offerto ai partecipanti.

Succiso esterno

Succiso esterno

Dalle ore 14.00 alle 18.00, con l’accompagnamento di Fabrizio Silvetti di “Altri Passi”, si effettuerà la traversata da Valbona a Succiso Nuovo (Varvilla), per scendere tra le conifere piantumate negli anni ’70, per poi riguadagnare il paesaggio del pascolo. Per la sera di sabato 19 è prevista la cena a Succiso (Ramiseto, Reggio Emilia) presso la sede della Cooperativa di paese con i prodotti tipici di Varvilla. Alle ore 21.30 sarà proiettato il documento audiovisivo “Cercando i Maggi”, curato da Antonio Canovi e Angela Tincani, realizzato da Roberto Bulgarelli. 
Domenica 20 luglio dalle ore 8.15 si terrà la visita alla stalla della Cooperativa di Succiso. Dalle ore 10.00 alle 12.30 si effettuerà l’esplorazione geostorica tra i due Succiso, quella rigenerata nel presente e quella riconsegnata al passato dalla frana, con l’accompagnamento di Dario Torri, presidente della Cooperativa. 
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale ai numeri: 0522443251; 3452836785, oppure consultare il sito web www.emiliacentrale.it, la pagina Facebook di Arteumanze, spedire una mail all’indirizzo [email protected]emiliacentrale.it o contattare l’associazione Eutòpia al numero: 03393399916.

 

Strada Valbona

Strada Valbona

Il programma de “La Montagna Incantata”

L’Alpe dal Cerreto a Succiso, lungo i sentieri della transumanza
Venerdì 18 luglio
Nel sito geostorico di Cerreto Alpi: il Mulino sul Secchia, i laghi, i lavori nel bosco.
Sabato 19 luglio
Da Valbona a Succiso passando dal passo della Scalucchia, saranno illustrati i cantieri storici realizzati dalla Bonifica. Serata gastronomica a tema a cura della cooperativa di paese di Succiso. A seguire proiezione del documento audiovisivo “Cercando i Maggi”.
* * * 
Gova e il ponte di Cadignano: baricentro della valle del Dolo

Sabato 2 agosto
Nel laboratorio delle maestrie: Giovanni Gazzotti apprende all’arte della calce. Nel pomeriggio illustrazione de “l’orto del Dolo”. Serata gastronomica a cura della comunità di Gova. A seguire proiezione del documento audiovisivo “Cercando i Maggi”.

Domenica 3 agosto
Esplorazioni geostoriche nel sito di Gova: il Dolo, fiume “di passo” e il ponte di Cadignano, la torre medioevale e le antiche vie dell’alpe, la decauville dei prigionieri austriaci, il sito del “Grotto di Gova” un esempio di geodiversità.
Sarà allestita una mostra geostorica nei locali della canonica della chiesa di S. Margherita
* * * 
Le valli scolpite: Sassatella e Romanoro, Badia di Frassinoro

Sabato 9 agosto
Sassatella, l’atelier dello scultore. 
Nel laboratorio delle maestrie: Dario Tazzioli apprende all’arte del sasso. Esercitazioni pratiche: la scrittura con la penna d’oca, manipolazione della creta, il “contatto con la pietra”. 
Con lo scultore visite alle grandi opere in marmo di Carrara e ai marmi storici presenti nella Badia di Frassinoro. Nel tardo pomeriggio inaugurazione della mostra “Dal Po a quota mille” illustrata da Antonio Canovi, geostorico. A seguire proiezione del documento audiovisivo “ Cercando i Maggi”
Domenica 10 agosto
Romanoro, sui cantieri della Bonifica
Esplorazioni geostoriche: frana attiva e frana consolidata, briglia a scatola e briglia a traversone; esempi di contenimento in gabbioni.
* * * 
Capriglio in Val Parma, quando l’Appennino frana

Venerdì 22 agosto
Visita all’area di una delle frane più vaste d’Europa. 
* * * 
Carpineti, un bèl saver a n’fu mai scrit

Sabato 30 agosto
Presentazione del progetto “un bèl saver a n’fu mai scrit”, storia orale di un paesaggio a cura della classe 2°a dell’istituto comprensivo di Carpineti-Casina.
* * * 
Nel Tassobbio: una valle che guarda il monte

Domenica 19 ottobre
Esplorazione geostorica e naturalistica tra la torre matildica di Sarzano e il Monte Venere. 
Nel pomeriggio: castagnata con Proloco di Cortogno.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48