Home Cronaca Relazione consiglio dell’Unione dei comuni dell’Appennino di ieri

Relazione consiglio dell’Unione dei comuni dell’Appennino di ieri

2
0

Durante il consiglio dell’Unione dei Comuni dell’Appennino si è discusso delle future commissioni consiliari, del 2° variazione al bilancio 2014 e sono state rese note le deleghe dei componenti di giunta. Il Presidente Enrico Bini ha introdotto come nuovo segretario dell’Unione il  Sig. Matteo Marziliano che lo affiancherà durante il suo mandato come già sta facendo presso il Comune di Castelnovo ne’ Monti.

Le cariche e deleghe assegnate sono le seguenti:

  1. Enrico Bini - Presidente (Bilancio e patrimonio – Personale – Legalità e sicurezza);
  2. Martino Dolci - Vicepresidente (Agricoltura e sviluppo rurale;
  3. Paolo Bargiacchi – Assessore (Salute e servizi sociali);
  4. Tiziano Borghi – Assessore (Pianificazione territoriale e paesaggio);
  5. Luigi Fiocchi – Assessore (Attività produttive e sistema economico – Protezione civile e volontariato);
  6. Daniela Pedrini – Assessore (Turismo e promozione del territorio);
  7. Giorgio Pregheffi – Assessore ( Sport e politiche giovanili – Cultura);
  8. Gianfranco Rinaldi – Assessore (Ambiente – Innovazione tecnologica ed informatica);
  9. Aronne Ruffini – Assessore (Forestazione – Difesa suolo – Viabilità);
  10. Vincenzo Volpi – Assessore (Scuola e formazione).

Aprendo la seduta il Presidente ha illustrato le commissioni consiliari che intende costituire: Bilancio, Ambiente e Agricoltura, scelta diametralmente opposta a quanto fatto nel Comune ove ricopre la carica di sindaco e dove ha optato per costituire solo commissioni extra consiliari aperte all’esterno, ma chiedendo che venissero proposte eventuali altre commissioni se necessarie.

Entrando nella discussione dell’assestamento di bilancio è nato un dialogo tra il Presidente ed il consigliere Genitoni Massimiliano che ha chiesto più di un lume sulle principali voci di spesa, quali i  61.000,00 Euro per spese di consulenza (CAIRE – Cooperativa Architetti Associati di Reggio Emilia) ed i   68.532,00 Euro per la promozione turistica.

Per quanto riguarda la prima voce di spesa ha chiarito lo stesso Presidente che serve per avere la possibilità di presentare un progetto in Regione per la candidatura della montagna reggiana ad area pilota delle aree interne e spiegato quanti sarebbero i vantaggi per il nostro territorio. Genitoni ha ringraziato e chiesto se in un periodo così difficile per il paese e dove si parla tanto di ottimizzare le spese e snellire gli enti fosse veramente necessaria una simile spesa di consulenza  avendo in tutti i comuni dell’unione personale qualificato che si sarebbe potuto coordinare per elaborare una presentazione di candidatura. La risposta è stata che vista l’entità del progetto è meglio non rischiare ed affidarsi a persone qualificate.

Sulla questione della promozione turistica dove rispetto al bilancio approvato si chiedeva di integrare altri 12.532,00 Euro è stato spiegato che buona parte serviranno per cartografie, segnaletiche , cartellonistica e bacheche per i territori di Viano, Canossa, Vetto e Casina che non rientrano nel Parcho dell’Appennino ma che ad esclusione di Casina non rientrano neppure nell’Unione dei Comuni dell’Appennino (Vezzano fa parte dell’Unione Colline Matildiche, Canossa nell’Unione della Val d’Enza e Viano dell’Unione Tresinaro Secchia).

Pochi interventi in generale e votazione coesa per l’approvazione della variazione di bilancio con soli due astenuti ed il consigliere Genitoni che ha espresso l’unico voto contrario perché non in accordo con bilanci di spesa che continuano a crescere anziché diminuire.

(Relazione redatta da Massimiliano Genitoni)

Articolo precedenteSciopero per scuola e funzione pubblica
Articolo successivo“Artemis danza” stasera al Teatro Bismantova

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.