Si spezza il Vortice Polare, dinamiche e possibili conseguenze

A seguito di un imponente riscaldamento a circa 30km di quota sopra il Polo Nord, il vortice polare stratosferico (VP) si è fortemente indebolito.

Oggi, domenica 4 gennaio, si completerà il processo di divisione del VP (split / bilobazione) e  l’anomalia di altezza geopotenziale a 10hPa raggiungerà il suo apice.

4/1/2015: il vortice polare si spezza (split) dando vita a due lobi (Lobo Canadese e Lobo Siberiano) e consentendo agli Anticicloni di espandersi in area polare.

 

L’evento stratosferico, sicuramente meno potente di quello che due anni fa diede il via ad una eccezionale serie di nevicate, merita comunque attenzione.
Riteniamo infatti, anche sulla base delle indicazioni provenienti dalle nostre previsioni stagionali, che il fenomeno in atto sia comunque sufficientemente intenso per consentire il prevalere della fase negativa dell'Arctic Oscillation, pur con eventi anche di segno opposto, a partire dal 12 / 13 gennaio e per i successivi 60 giorni.

BD_stratosfera_150103

In tutta la seconda parte dell’inverno si perpetueranno quindi condizioni favorevoli alla formazione di alte pressioni in area polare e di depressioni alle nostre latitudini. Ciò dovrebbe comportare un ammontare di precipitazioni sopra la media su buona parte d’Italia.

Più difficile fare pronostici in campo termico. Ad oggi pare probabile che la prima importante fase perturbata, con inizio collocabile sul finire della seconda decade di gennaio, sia di tipo freddo e quindi associata a nevicate a bassa quota.

domenica 18 gennaio, ore 13: l'espansione di un anticiclone sul Nord Atlantico favorisce la discesa di aria artica dalle latitudini più settentrionali. Al via una fase perturbata fredda (dati Ensemble GFS - rielaborazione ReggioEmiliaMeteo)

 

La grande distanza temporale impone comunque la massima prudenza.
Per questo, vi consigliamo di consultare i prossimi aggiornamenti meteo quotidiani e di seguirci su  Facebook eTwitter

Per maggiori dettagli: Articolo completo

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Quindi cosa ci dobbiamo aspettare?

    (Curiosa)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48