Soccorso Alpino attivato in mattinata in zona Rifugio Battisti

soccorsoeliLa macchina del soccorso è stata attivata stamattina intorno alle 5 per una segnalazione di mancato rientro di persone al Rifugio Battisti.

Le ricerche si sono concentrate nella zona che da Case Cattalini va verso il Rifugio.

Si è mossa una squadra a piedi con le pelli sotto gli sci lungo il sentiero. Sono intervenuti anche i Carabinieri di Villaminozzo, la Polizia Provinciale, il Corpo Forestale e i Vigili del Fuoco.

L'intervento dell'elicottero del Soccorso ha poi risolto la situazione individuando le persone ricercate.

L'operazione si è conclusa verso le ore 9.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

5 Commenti

  1. Sinceramente non riesco ancora a capire certi comportamenti: ci sono già disagi in ambiti di paesi e città causati dalle condizioni meteo, per quale motivo certa gente si ostina ad addentrarsi in situazioni rischiose mettendo in pericolo altre persone? Questa frenesia di essere primi dappertutto!

    (Magister)

    Rispondi
  2. A me risulta fossero i gestori del rifugio, purtroppo non essendo riusciti a mettere in funzione il generatore non hanno potuto comunicare a nessuno la loro presenza al rifugio e, da quel che so, sono stati i familiari allarmati a chiamare i soccorsi. Non credo abbiano tutte le colpe citate nei commenti precedenti, è il loro lavoro.

    (Carlo Rivi)

    Rispondi
    • Mi sembra che nella notizia non fosse specificato chi fossero. Quindi i commenti non sono riferiti a loro. In generale, signor Rivi, tutta questa temerarietà (e mi sembra non siano i soli) ci costa! Anche a lei, credo.

      (Lc)

      Rispondi
  3. Come mai ci sono stati così tanti guasti sull’alta tensione?, forse la manutenzione in questi ultimi anni è venuta a mancare con l’abbassamento dei livelli occupazionali dell’Enel. Vi ricordate quando si incontravano furgoni con dipendenti Enel a fare manutenzione? Ora non se ne vede più e naturalmente anche 70 cm di neve possono essere un problema. Alberi che crescono come i pioppi o le faggete rappresentano un pericolo se non potate accuratamente in modo periodico.

    (Angelo Bertoni)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48