Elettricità: l’interesse collettivo così pesantemente violato durante i giorni di neve

BLACK OUTIl presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi, e il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, insieme al parlamentare reggiano Paolo Gandolfi, hanno incontrato ieri mattina a Milano il presidente dell’Authority per l'energia elettrica, Guido Pier Paolo Bortoni, al quale hanno illustrato i gravi disagi che il territorio reggiano ha dovuto subire a causa del prolungato black-out verificatosi in  seguito alla nevicata del 5 e 6 febbraio scorsi.

L’incontro fa seguito all’impegno assunto in maniera compatta da parte di comuni e Provincia di rappresentare l’interesse collettivo così pesantemente violato in quei giorni e precede la riunione del tavolo tra Regione Emilia-Romagna, Enel e province in programma per domani, mercoledì 4, a Bologna.

“Questa (ieri, ndr) mattina a Milano - spiegano il presidente Manghi e il sindaco Vecchi – abbiamo voluto illustrare personalmente al presidente Bortoni quanto accaduto in quei giorni, dando l’esatta dimensione dell’impatto che il prolungato disservizio ha avuto nel  nostro territorio, auspicando l’avvio di una indagine conoscitiva da parte dell’Autorità. Nei prossimi giorni, tenendo fede all’impegno assunto nei confronti dei cittadini durante il black-out,  formalizzeremo tale richiesta con un esposto, che farà seguito a quello già presentato nelle scorse settimane dall’onorevole Gandolfi”.

“L’obiettivo dell’istruttoria che auspichiamo venga avviata dall’Authority è duplice – continuano il presidente Manghi e il sindaco Vecchi – da una parte valutare se esistano gli elementi perché l’Authority possa procedere con una contestazione formale nei confronti di Enel, dall’altra individuare azioni ed accorgimenti utili a evitare che quanto accaduto ai primi di febbraio possa ripetersi”.

Con il presidente Bortoni, gli amministratori reggiani e l’onorevole Gandolfi hanno inoltre approfondito  la dinamica dei rimborsi, “che dovranno tutelare al massimo i cittadini reggiani, così pesantemente danneggiati da un prolungato black-out che li ha  privati di servizi essenziale”.

Nell’attesa dell’avvio dell’indagine conoscitiva da parte dell’Authority - organismo indipendente che ha proprio il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere l'efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità – domani a Bologna si riunirà il tavolo di confronto avviato tra Regione ed Enel, e aperto alle province, “al quale solleciteremo il riconoscimento del rimborso massimo a tutti, enti pubblici, imprese e singoli cittadini, a prescindere dalla classificazione in base al numero di abitanti prevista dall’azienda e la garanzia di investimenti sul territorio a favore del ripristino, della manutenzione e dell’ammodernamento della rete infrastrutturale perché quanto accaduto nei giorni scorsi non si verifichi mai più”, concludono il presidente Manghi e il sindaco Vecchi.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. In effetti, qui a Ramiseto, ad esempio, oltre ai ritardi immani di questa “Lepida” sulla connessione internet, ci sono pure dei problemi pesanti da parte di Enel: primo fa tutti l’alternarsi di immissione e trattenimento di erogazione di energia elettrica anche 10 volte in mezz’ora, fino al punto di procurare gravi danni materiali alle normali apparecchiature elettriche collegate dei cittadini. Questo problema del servizio Enel secondo me andrebbe fatto presente come amministrazioni locali. Mi farò parte attiva in questo senso. Ho subito dei danni di diverse migliaia di euro anch’io, per esempio, e non solo quest’anno.

    (Marco Leonardi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48