Home Economia Rivalutazione pensioni: “Informarsi bene prima di procedere coi ricorsi”

Rivalutazione pensioni: “Informarsi bene prima di procedere coi ricorsi”

1
0

pensioniRiceviamo e pubblichiamo.

-----

Rivalutazione pensioni: Cna pensionati e patronato Epasa invitano a pensionati ad informarsi bene prima di procedere coi ricorsi

Si attende nei prossimi giorni una circolare dell’Inps per comprendere il corretto funzionamento della rivalutazione.

"Cna pensionati e il patronato Epasa di Reggio Emilia e delle sedi territoriali nel corso di questo periodo convulso di informazioni sulla rivalutazione delle pensioni hanno tenuto una  posizione  'etica' e di tutela proprio nei confronti dei pensionati stessi: non è necessario infatti che il pensionato richieda una ricostituzione della sua pensione, in quanto il meccanismo è automatico e, non appena il decreto verrà convertito in legge, tutte le nostre strutture saranno a disposizione per orientare e tutelare tutti coloro che si rivolgeranno a noi".

E’ il commento del sindacato dei pensionati di Cna Reggio Emilia a seguito della polemica scoppiata in questi giorni sui rimborsi ai pensionati dopo la sentenza della Corte costituzionale che ha bocciato il blocco della rivalutazione degli assegni pensionistici.

Il presidente dell’Inps, Tito Boeri ha confermato la linea del governo sul decreto legge che ha previsto il rimborso parziale degli arretrati dopo la sentenza della Corte costituzionale. Ma sul corretto meccanismo del funzionamento della rivalutazione ci sono ancora dubbi che dovranno essere dissipati.

Una prima risposta ufficiale a questi dubbi la darà nelle prossime settimane l’Inps: l’Istituto infatti ha già predisposto la circolare operativa per procedere ai conguagli automatici previsti il primo agosto il cui testo è al vaglio dei ministeri del lavoro e dell’economia.

Visto che ancora il decreto non è legge e, ad oggi, nulla di ciò che viene fatto ha un reale valore, invitiamo i pensionati a rivolgersi presso i nostri uffici a Reggio Emilia e sul territorio provinciale per chiedere maggiori informazioni sulle evoluzioni del decreto, senza entrare in allarme e procedere a ricorsi non validi.

(Cna montagna)

 

Articolo precedenteLa Siae non lascia Castelnovo ne’ Monti
Articolo successivoFurti dettati dalla miseria: non i carabinieri ma i servizi sociali…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.