La festa dei borghi a Cinquecerri

Fervono i preparativi per l’evento culto dell’estate di Cinquecerri: torna domani, sabato 15 agosto, la "Festa dei borghi", giunta alla settima edizione.

Per l’occasione via della Costa, una delle strade interne della frazione di Ligonchio, e le sue diramazioni si trasformano: il percorso si snoda in un saliscendi di stradelle, cortili, scalinate e slarghi che presentano ad ogni angolo lampi di vita vissuta che gli adulti conoscono, gli anziani ricordano ma che i bambini hanno visto, probabilmente solo in qualche illustrazione, e che qui possono “toccare con mano”.

E magicamente tornano a vivere figure, mestieri e atmosfere ormai decisamente inusuali: il calzolaio, il fabbro, l’impagliatore di sedie, la lavandaia, il taglialegna, il casaro e altri “mestieranti”. E poi tanti attrezzi e macchinari di una volta, ancora funzionanti, dopo tanto tempo, grazie anche (o soprattutto) alla semplicità del  loro funzionamento non dipendente da strane  diavolerie elettroniche.

Anche qui, come di rigore in ogni festa paesana che si rispetti, la gastronomia ha un posto di riguardo, ma in questo caso rigorosamente legata alle tradizioni del luogo: polenta stiada, con sugo di funghi o di carne,  o fritta con accompagnamento di formaggi locali; sulada con salame o formaggio, o, per i più golosi, con nutella; gnocco fritto; torte e dolci, il tutto servito in ambienti particolari, come l’osteria “d’ Zaverie” o “Ca’ Marcaccioni, resuscitati per incanto e rimessi a nuovo.

E poi mostre fotografiche, esposizione di quadri e sculture, le porte dipinte di garage e stalle (“Porta l’arte sulla porta”) e una simpatica proposta: proprio in prossimità dello stabile che ospitava la scuola elementare, una giovane maestra “dalla penna rossa” creerà un’atmosfera deamicisiana con lezioni speciali all’aperto per  una classe di bambini e bambine forniti di grembiuli.

Infine per gli amanti della carne all’argentina, ecco l’asado e per i visitatori frettolosi pronta la porchetta volante. Ogni “locale” avrà i suoi bravi suonatori con fisarmoniche e chitarre.

L’appuntamento con la settima "Festa dei borghi" è fissato a partire dalle ore 17.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Peccato che in una festa così bella l’osteria dove si dovrebbe trovare gente che canta si sia trasformata in discoteca.

    (L’oste)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48