Annegare nel mare di Paullo…

 

Paullo

Dopo essere stata immersa nel grigiore freddo della pianura, alla svolta dell'ultimo tornante che sale verso Paullo ecco che mi si presenta un paesaggio da fiaba come questo! E non posso far altro che chiedere a prestito le parole di Leopardi, per esprimere tutta la mia emozione: "...Così tra questa immensità s’annega il pensier mio: e il naufragar m’è dolce in questo mare" (L'Infinito). Ed ogni sera benedico il fatto di abitare quassù....

(Silvia Conconi)

 

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48