Comitato Ventasso: “Chiediamo a Paolo Bargiacchi di scendere in campo”

Riceviamo e pubblichiamo.

-----

Chiediamo a Paolo Bargiacchi di scendere in campo per le prossime elezioni amministrative del Comune di Ventasso.

Il nostro comitato, nato spontaneamente tra gli iscritti e i simpatizzanti del Pd,  a seguito della decisione dei vertici locali del partito di annullare le primarie, convalidata anche dopo la raccolta di oltre settecento firme di elettori che chiedevano di rivedere questa scelta, ritiene opportuno non fermarsi di fronte a tale ingiustificabile e incomprensibile diniego.

E’ perciò nostra intenzione confermare la fiducia nei confronti di coloro che, con le loro firme, hanno manifestato un diffuso sentimento di insoddisfazione verso un provvedimento che ha di fatto negato un fondamentale strumento di coinvolgimento popolare, elemento fondante dello stesso Partito Democratico, attraverso la creazione di una lista civica che sia realmente espressione della volontà della gente.

Invitiamo perciò Paolo Bargiacchi, già candidato alle primarie, l’unico che, ai vertici del Pd locale, ma non solo, ha avuto il merito di riconoscere il valore e la valenza di quell’istanza, sottoscritta da una rilevante parte di cittadini del nuovo Comune che si riconosce nel centro sinistra, ad accettare la candidatura a sindaco di Ventasso.

(I delegati del Comitato Ventasso)

* * *

Correlati:

- Ventasso: Bargiacchi alla guida di una “Civica” voluta dalla gente (16 aprile 2016)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

13 Commenti

  1. Di fronte alla indifferenza dimostrata dal Pd. Davanti al netto rifiuto alle primarie nonostante la raccolta di firme. Di fronte alla candidatura Manari imposta per forza. Non rimane che recitare e dedicare al PD alcuni versetti della poesia di G.Giusti:
    Al Re Travicello
    piovuto ai ranocchi,
    mi levo il cappello
    e piego i ginocchi;
    lo predico anch’io
    cascato da Dio:
    oh comodo, oh bello
    un Re Travicello!
    A chi farà comodo questo re travicello?

    (Peppe Giusti)

    Rispondi
  2. Scusate… ma lo avete sentito parlare? Bargiacchi no! In ogni caso il Pd fa come ha sempre fatto: comandano in pochi e ti fanno credere alla “base” che è lei a decidere. Ma per favore…

    (M.B.)

    Rispondi
  3. Sarei pienamente d’accordo vista la sua esperienza politica di lungo corso e la volontà di difendere il territorio.

    (gs)

    Rispondi
  4. In un momento così delicato, sia a livello nazionale e ancor più a livello locale, una scelta da ammirare, dove finalmente fuori da schemi e da giochi politici la popolazione è riuscita a far sentire la propria voce e le proprie aspettative. In un coinvolgimento che fa ben sperare per le scelte future che dovrà affrontare la nostra comunità. Sperando che questo sia solo un inizio per creare qualcosa di nuovo e di positivo nel rapporto tra politica/istituzioni e cittadino e che di ciò ne possano trarre vantaggio tutta la popolazione, senza distinzioni di appartenenze socio-politiche.

    (Marco Galeazzi)

    Rispondi
  5. Che roba penosa… poi nomi e cognomi? Chi sono i portavoce di questo comitato? Mi sembra di ricordare, e lo vorrei ricordare ai componenti del comitato, che Bargiacchi ha accettato un accordo, quindi non se la devono prendere col Pd.

    (Romano)

    Rispondi
  6. Come si è solito fare la colpa è degli altri.

    (Romano)

    Rispondi
  7. Sì, nomi e cognomi, mi scusi, signor Romano chi? Siamo in democrazia, non capisco questa reticenza di chi scrive commenti ad omettere il proprio nome e cognome, trincerandosi dietro a pseudonimi o alle sole in iniziali. I pensieri o i commenti anonimi mi lasciano molto perplesso, è come aver paura di esprimere come persone le proprie idee, giuste o sbagliate che siano. Cordialmente.

    (Marco Galeazzi)

    Rispondi
  8. È veramente vergognoso che oltre 700 firme non siano riuscite a sconvolgere gli animi di coloro che affermano di voler cercare il giusto sindaco per un territorio così “importante”, “amato” e a loro “caro”. Non hanno speso nemmeno un momento della loro giornata per chiedersi: “ma questi cittadini… sono tutti matti o sarà il caso di ascoltarli e prendere in considerazione le loro motivazioni?”. Per me il sindaco dev’essere colui che è dalla parte dei cittadini, che li ascolta, colui che almeno conosce i nomi delle frazioni più piccole di tutto questo ampio territorio. Per me il sindaco del comune di Ventasso ha un solo nome: Paolo Bargiacchi.

    (Vale)

    Rispondi
  9. Gentile signor Galeazzi, nessuno di noi che scrive commenti su questo giornale, o di chi scrive su giornali nazionali ed internazionali e che si firma con nick, con sigle o con solo le iniziali ha paura delle proprie idee. E’ solo un modo, una scelta vecchia come la carta stampata, per rappresentare un racconto o esprimere un’idea. Mi è capitato di firmarmi per esteso, per poi trovarmi confuso con un omonimo. Non voglio certo addurlo come scusa, ma per sottolineare l’inconsistenza del sottolineare sempre una giudicata “reticenza”… L’altra sera in teatro c’era un giovanissimo professore dell’Università di Salerno, una figura per me straordinaria: una capacità di analisi e di sintesi, in grado di trasmettere immediato il concetto, il meaning, di ciò che raccontava. Straordinario davvero. Beh, se dovessi dirLe come si chiama, dovrei andarlo a recuperare nell’articolo di rappresentazione. Ci sono andato: è il professor Marcello Ravveduto.

    (mv)

    Rispondi
  10. Mi scusi, non era mia intenzione nè offendere nè voler cercare di intavolare diatribe acrimoniose, forse ho espresso male il concetto. Considerando la nostra una piccola comunità dove più o meno tutti ci conosciamo il sapere chi scrive sarebbe ancor più sintomo di coesione. Solo questo, rispettando comunque le scelte di ognuno, cordiali saluti.

    (Marco Galeazzi)

    Rispondi
  11. A chi chiede anche il cognome…
    Comunque se vogliamo fare qualcosa di nuovo non si inizia di certo da bargiacchi che fa politica da 40 anni…..
    Adesso aspettiamo i portavoce

    (Romano bacci)

    Rispondi
  12. Gentilissimo Romano, l’unica cosa veramente penosa è il fatto che il Pd abbia de facto vietato le primarie.
    Se per lei il dott. Manari rappresenta il nuovo che avanza, allora le dico che all’improvvisazione io preferisco l’esperienza di chi fa Politica da 40 anni. Buona giornata.

    (Leandro Giordani)

    Rispondi
  13. Giusto, concordo pienamente con il Sig. Leandro.

    (Marco Galeazzi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48