Il Comune di Ventasso sceglie la propria sede definitiva

E dopo il nome, la sede.

Fino ad ora, come noto, il consiglio si è riunito a Cervarezza. Così come accadrà ancora venerdì 3 marzo, allorquando verrà resa nota la decisione nella seduta consiliare convocata dopodomani, alle ore 21, presso il Centro "T.R. Correggi" di Cervarezza.

Tra i punti all'ordine del giorno figura questo: "individuazione sede definitiva del Comune di Ventasso".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

8 Commenti

  1. Nonostante la politica continui a raccontarci falsità e a prenderci per i fondelli, ci ricadiamo sempre, se si votasse oggi sicuramente la fusione non si farebbe. Ci siamo fatti illudere da promesse e impaurire da chissà quali scenari catastrofici e siamo caduti nella trappola. A parte il fatto che una decisione così importante come la sede centrale andava discussa con la popolazione e non da un Consiglio comunale, e poi non era già stata individuata a Cervarezza? Prepariamoci al peggio che verrà.

    (Marco Galeazzi)

    Rispondi
  2. Io prima credevo che la fusione fosse la scelta giusta, ma oggi sono impaurito da ciò che avverrà in futuro, perciò a malincuore, per il futuro dei miei figli, mi sono trasferito più a valle, cercando la garanzia di servizi migliori e duraturi. Mi dispiace, ma bisogna guardare in faccia la realtà.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  3. Non mi dispiace per chi credeva nella fusione, ma per chi non ci ha mai creduto e purtroppo oggi ci si rimette tutti quanti. Peccato, bisognava ragionare con la propria testa e non con quella altrui, ormai è tardi, cari miei. E il più bello deve ancora arrivare. Sono spariti i quattro comuni e di soldi ce ne sono tanti quanto prima. Sono state fatte richieste per qualche intervento e la risposta è che non ci sono soldi. Stiamo diventando quattro piccole frazioni e nulla più, mi meraviglio solo di chi ha creduto a tutte le barzellette che sono state raccontate, punto e basta.

    (Alessandro N.)

    Rispondi
  4. A mio avviso la vera domanda è: la Regione Emilia Romagna, che tanto dice per le aree svantaggiate o montane, nel concreto che cosa fa? Mi sembra nulla, anzi tenta di non rispettare i patti, sia quelli alla base delle fusioni che quelli delle aree interne. Oltre al tentativo di chiusura o superamento del punto nascita. Pertanto il signor Bonaccini dovrà ritornare a cercare voti in campagna elettorale, se li trova la colpa è solo nostra, di una società che da 50 anni continua ad eleggere sempre i soliti ed i risultati sono sotto gli occhi di che li vuole vedere.

    (G.m)

    Rispondi
  5. Mi infastidisce il fatto che prima della fusione qualche personaggio si scontrava, anche se non direttamente, con chi era sfavorevole alla fusione stessa, spesso anche con arroganza e cattiveria, e non parlo in questo caso di politici ma di semplici cittadini convinti, e ad oggi i personaggi in oggetto sembrano svaniti nel nulla. Perchè non si fanno più sentire? Cari personaggi, ad un anno e mezzo dalla nascita del Comune di Ventasso raccontateci ancora, come raccontavate prima del referendum, tutti i vantaggi e le cose positive che ha portato questo nuovo Comune. Soldi? Strade rifatte? Buche chiuse? Aumento della popolazione? Sembrava che con la fusione si dovesse ripopolare la montagna come cinquanta anni fa. Posti di lavoro? Uffici tutti aperti e funzionali negli ex Comuni, come era stato ribadito diverse volte che non sarebbe cambiato niente? Risparmio? Non pare proprio, dal momento che si vedono gironzolare i dipendenti da un Comune all’altro con i mezzi comunali percorrendo parecchi chilometri al giorno. Forse non costa niente mantenere tali mezzi? E poi l’elenco sarebbe ancora molto lungo ma non vado oltre. Stiamo andando indietro come i gamberi, come si usa dire.

    (Alessandro N.)

    Rispondi
  6. Concordo pienamente con il signor G.M, incolpare la fusione a mio parere è sbagliato, se fossimo rimasti singoli comuni pensate che le cose sarebbero andate meglio? Dubito fortemente. Saluti

    (Montanarovalonza)

    Rispondi
  7. Il bello deve ancora venire!

    (Fabio Leoncelli)

    Rispondi
  8. Signor Montanarovalonza, non dico che le cose sarebbero andate meglio se non si faceva la fusione, forse rimanevano com’erano, perlomeno non peggioravano. E così? Mi faccia un elenco dei benefici che ci sono stati, grazie.

    (Alessandro N.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48