Home Cronaca Leana Pignedoli, fine mandato: venerdì 26/1 ore 18 illustrazione di quanto fatto....

Leana Pignedoli, fine mandato: venerdì 26/1 ore 18 illustrazione di quanto fatto. Mauro Bigi: candidato al Parlamento

30
18

Venerdì 26 gennaio alle 18 alla Cantina di Albinea Canali in via Tassoni 213 (Reggio E.) Leana Pignedoli illustrerà  quanto ha fatto in questi anni di mandato parlamentare.

Si sono svolte, dal 17 al 19 gennaio scorso, nove assemblee dei circoli reggiani del Pd (700 persone coinvolte) e, al seguito di queste, la direzione e l’assemblea del Partito Democratico, riunitesi, hanno deliberato un documento programmatico che rappresenta il contributo territoriale alla campagna elettorale in vista delle Politiche del 4 marzo. In questo sono  indicati i candidati per le prossime elezioni del Partito Democratico che, per la montagna, nelle ultime tre legislature aveva sempre visto candidata e rieletta Leana Pignedoli, ex sindaco di Castelnovo ne' Monti ed ex presidente della Comunità Montana.

Se da un lato il segretario provinciale del partito reggiano di maggioranza, Andrea Costa, ha espresso la non disponibilità a candidarsi nonostante l'invito a farlo di numerosi suoi colleghi di partito, spicca l'accenno a Leana Pignedoli. Nel documento, infatti, si legge: "Valutazione positiva e unanime ringraziamento per il grandissimo lavoro svolto dalla senatrice Leana Pignedoli e dall’onorevole Maino Marchi, che hanno già annunciato la loro non ricandidatura. L’Assemblea Provinciale del Partito Democratico li ringrazia per le energie spese in questi anni a difendere i valori in cui crediamo ed a lottare perché la terra reggiana fosse degnamente rappresentata al Senato e alla Camera". Va detto che ai sensi dell'articolo 21 dello Statuto del Pd è posto il limite dei tre mandati per le rielezioni dei parlamentari (fatto salvo casi di deroga, come il premier Gentiloni), quindi, probabilmente la decisione di Pignedoli e Marchi tiene conto anche di questo. A livello nazionale termina al momento qui la carriera politica di Leana Pignedoli che, da parlamentare Pd, nell'ultima legislatura è stata membro della 9ª Commissione permanente (Agricoltura e produzione agroalimentare), risultando anche tra i papabili per diventare ministro dell'agricoltura su sollecitazione di Oscar Farinetti - prima che la scelta cadesse su Maurizio Martina -, quindi Membro della Commissione parlamentare per le questioni regionali e Membro sostituto del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa.

Il documento redatto dal Pd reggiano ha quindi indicato dieci nomi della nostra provincia per i  Collegi Uninominali e Plurinominali di Camera e Senato: nella precedente tornata furono sette i parlamentari reggiani eletti. Tra i primi due nomi che si leggono nel documento spuntano due montanari: si tratta di Mauro Bigi, sindaco di Vezzano che più volte ha espresso l'opportunità per il suo comune di fare elezioni per fondersi con la vicina Casina, dove è anche imprenditore agricolo, e quindi di essere parte dell'Unione montana, e Dario Bottazzi. Quest'ultimo, esponente della mozione orlandiana del Partito: fu infatti uno dei politici montanari a sostenere Andrea Orlando nella corsa alla segreteria del Pd che, invece, ha visto la conferma di Renzi nell'aprile scorso; è segretario del Pd di Carpineti e, tra la sua attività, spicca un'opposizione dura all'amministrazione attuale, rea, ovviamente, di non avere un sindaco Pd.

Tra gli altri candidati ci sono Graziano Delrio, Licia Ferrari, Paolo Gandolfi, Antonella Incerti, Vanna Iori, Roberta Mori, Andrea Rossi, Andrea Tagliavini.

E' una "valutazione complessivamente positiva quella della rosa dei 10 nomi che sono stati selezionati - si legge nel documento Pd - per competenze professionali, sociali e politiche e capacità di rappresentanza territoriale. E a loro va il ringraziamento per la generosità con cui si sono messi a disposizione del partito".

Una curiosità riguarda il presidente della Provincia, Giammaria Manghi: "E' specificato che la mancanza in lista di sindaci di comuni con popolazione oltre i 20000 abitanti e del Presidente della Provincia è dovuta alla non automatica eleggibilità, come previsto dalla legge. E il Pd reggiano ha scelto di non forzare le norme".

18 COMMENTS

  1. Bello vedere finalmente il signor Bottazzi confrontarsi alle urne, visto che non è mai stato votato dalla popolazione, in più a dir il vero sconosciuto a molti, visto la gestione della “guerra” con Borghi da Bologna. Credo che sia molto più “motanaro” (come indica la redazione) Bigi con la sua attività di sindaco (che lavora pancia a terra) e anche imprenditore agricolo (vicino alle difficoltà degli imprenditori più di tanti altri personaggi politici che ci hanno rappresentato anche in tempi recenti, seppur residenti in appennino).

    (Bacs)

    • Firma - bacs
  2. Un grandissimo e sincero apprezzamento nei confronti di Leana Pignedoli che con costanza, perseveranza e impegno tanto ha fatto per il territorio e nelle Commissioni di pertinenza. Un fervido in “bocca al lupo” a Mauro e agli altri candidati. In ogni caso, “Adelante, hasta la victoria, del bene, siempre”.

    (Mario Guidetti)

    • Firma - Mario Guidetti
  3. Leggo con piacere che nella lista dei candidati PD compare anche il signor Rossi. Domando: ma è lo stesso signor Rossi che aveva dichiarato che le partorienti di montagna possono tranquillamente farsi 72 ore in città per il parto? Spero di no, anzi spero di sì e mi auguro che venga anche in montagna a chiedere il sostegno alla sua candidatura, come per tutti i rappresentanti PD.

    (MB)

    • Firma - MB
  4. I cittadini dimenticano quanto fatto da buoni politici come Leana Pignedoli. L’impegno sulla 63 e i concreti risultati sul tratto Ca’ del Merlo – Croce sono da intestarsi soprattutto a lei. Certo la politica non brilla, specialmente i partiti che promettono mari e monti, tuttavia quando certi risultati arrivano perché consegnarsi all’ingratitudine?

    (Massimo Romei)

    • Firma - massimo romei
  5. Volevo ringraziare Leana per la attenzione e l’impegno che ha dedicato al nostro territorio; ne ho avuto conferma durante la mia esperienza di assessore allo sport del comune di Castelnovo, vedi il campo in sintetico che funziona a pieno ritmo e tante altre piccole e grandi cose che con il suo aiuto hanno contribuito a migliorare il nostro Appennino. Sono convinto che la passione per la politica e il bene pubblico animeranno ancora le sue scelte future.

    (Paolo Ruffini)

    • Firma - paoloruffini
  6. Il suo mandato é caratterizzato dalla totale assenza; mai una posizione presa sugli argomenti agro-ecologici dell’Appennino reggiano. E pure di temi da fronteggiare ce ne sono stati parecchi! Ininfluente, se non dannosa!

    (LG)

    • Firma - LG
  7. Sono un piccolo contadino che lavora in montagna e gestisce un caseificio sociale con altri giovani contadini; credo che sia da ottusi non dare merito a ciò che ha fatto la senatrice Pignedoli, persona umile e sempre pronta a confrontarsi su tutti gli argomenti che riguardano la nostra montagna.

    (Io mi firmo, Marcello Chiesi)

    • Firma - Io mi firmo, Marcello Chiesi