Sicurezza di strade, ponti e patrimonio: parte un maxi-piano della Provincia

 

Dopo 16,4 milioni di risorse proprie destinati nel 2018 alla sicurezza delle scuole superiori, la Provincia di Reggio Emilia entro la fine dell’anno investirà altri 11,9 milioni di euro per interventi di messa in sicurezza e manutenzione ordinaria e straordinaria di strade, ponti e viadotti nonché del proprio patrimonio immobiliare anche grazie a parte del significativo avanzo di gestione ottenuto con il Bilancio consuntivo 2017. Il dettaglio del piano straordinario di interventi, finanziato con una mole di risorse senza precedenti nel recente passato, è stato illustrato questa mattina dallo stesso presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi, insieme alla vicepresidente Ilenia Malavasi e al dirigente del Servizio Infrastrutture Marcello Moretti e Valerio Bussei.

“Davvero ben poche Province riescono a presentare un piano di investimenti così corposo, che tra strade e scuole ci vedrà quest’anno programmare e avviare cantieri per quasi 30 milioni di euro”, ha detto il presidente Giammaria Manghi sottolineando come questi “11,9 milioni esclusivamente dedicati alla sicurezza di strade, ponti, viadotti e patrimonio, cui si sommeranno altri 600.000 euro stanziati dai Comuni, siano il frutto innanzitutto della grande perizia con cui è stata gestita la Provincia in questi ultimi anni, in tutti settori a partire ovviamente dall’area finanziaria, che ha determinato nel  Bilancio consuntivo approvato giovedì un avanzo libero rilevante di oltre 9 milioni, almeno 3 dei quali saranno utilizzati proprio per questi nuovi interventi”.

Altrettanto importanti, ha aggiunto il presidente Manghi, “saranno però, oltre alle risorse dei Comuni che comparteciperanno alle opere che loro stessi hanno definito prioritarie, anche i trasferimenti stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dalla Regione Emilia-Romagna”: “Le difficoltà finanziarie che tutte le Province italiane hanno dovuto affrontare in questi ultimi anni non sono state certamente risolte, ma si è sicuramente fatto un importante passo in avanti grazie al piano del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha previsto finanziamenti per le strade provinciali per sei anni che per noi significano 1,5 milioni nel 2018 e altri 3 nel 2019, e alla Regione Emilia-Romagna che ha rafforzato la programmazione a sostegno delle Province con ulteriori 10 milioni, uno dei quali destinato a Reggio Emilia – ha proseguito – Diciamo che il Mit, che è comunque espressione dello Stato, ha operato una sorta di surroga alla programmazione finanziaria ordinaria, decidendo di non destinare tutti i soldi ad Anas e raccogliendo la forte domanda di finanziamenti avanzata dalle Province in questi ultimi anni…Ma ora sarà appunto indispensabile tornare a prevedere forme di finanziamento statali certe e continue, per dare dignità e pieno riconoscimento a enti che stanno a pieno titolo nella Costituzione e non possono affidare il proprio destino al buon cuore o alla sensibilità di un singolo Ministero…”.

Il Piano nel dettaglio. Venendo agli interventi che saranno avviati da qui alla fine dell’anno, praticamente la metà delle risorse -  6 milioni – riguarderanno la messa in sicurezza di alcuni dei 630 tra ponti e viadotti gestiti dalla Provincia di Reggio Emilia. “Gli interventi più rilevanti riguardano il ponte tra Guastalla e Dosolo, uno dei due sul Po che assicurano i collegamenti con la Lombardia, al quale la Legge di bilancio ha destinati 3,7 milioni, richiesti e programmati insieme alla Provincia di Mantova anche se sarà quella di Reggio a progettare l’opera e a fungere da stazione appaltante – ha annunciato il presidente Manghi – e quello della Sp 108 sul rio Sologno a Villa Minozzo, sul quale interverremo con 800.000 euro, metà nostri metà della Regione, per riaprirlo dopo l’estate”.

Altri 3,6 milioni saranno destinati alla manutenzione ordinaria e straordinaria di quasi mille chilometri di strade provinciali e “verranno dedicati principalmente ad interventi di ripristino delle pavimentazioni sui tratti più compromessi che in questi ultimi anni, a causa della impossibilitò di intervenire, sono inevitabilmente aumentati”.

Interventi di messa in sicurezza (rotatorie, piste ciclopedonali, marciapiedi) per un import6o di 1,7 milioni sono stati programmati in compartecipazione con i Comuni interessati ai singoli interventi, che a loro volta stanzieranno altri 600.000 euro (vedere elenco allegato).

Completano il quadro altri 305.000 euro di risorse regionali destinati alla viabilità compromessa da frane (“a Vaglie di Ventasso, dove abbiamo già commissionato la progettazione, e a Pioppa di Villa Minozzo”)260.000 euro per la manutenzione del patrimonio immobiliare della Provincia: “Interverremo, tra l’altro, sui Palazzi Allende e Magnani, su Castello di Carpineti, Museo Cervi, caserme dei carabinieri di Carpineti e Villa Minozzo, ma abbiamo finanziato anche il restauro di una piccola cappella affrescata dedicata alla Beata Vergine della Ghiara, un locale di proprietà della Provincia ma in un uso alla Prefettura, che si pensa possa esser attribuito ad un importante artista”, ha concluso il presidente Manghi.

SINTESI INVESTIMENTI IN INFRASTRUTTURE 2018

 

 

INVESTIMENTI PER LE INFRASTRUTTURE ANNUALITA’ 2018

Maggio 2018

Servizio Infrastrutture, Mobilità sostenibile, Patrimonio ed Edilizia

 

SOMME DISPONIBILI A MAGGIO 2018 11.900.000,00
Interventi che si prevede di realizzare
Interventi di manutenzione straordinaria al patrimonio
1 Interventi di manutenzione palazzo Allende, Magnani e Museo Cervi ( persiane) – manutenzione Caserme di Villa 50.000,00
Minozzo e Carpineti)
2 Interventi di manutenzione presso il Castello di Carpineti e la biblioteca Emilio sereni 48.000,00
3 Interventi impiantistici (realizzazione imp. elettrici e di riscaldamento/raffrescamento del nuovo spazio reception, 52.000,00
impianto antincendio di rilevazione fumi, ecc.) presso il Museo Cervi di Gattatico
4 interventi di restauro della Cappella della Beata Vergine della Ghiara 50.000,00
5 Interventi finalizzati al regolare inizio del prossimo anno scolastico - messa in opera di prefabbricato modulare per il 60.000,00
Polo Socio Sanitario di via della Canalina
totale interventi patrimonio 260.000,00
Interventi di miglioramento della sicurezza stradale in compartecipazione con comuni
6 Passerella in c.ne Vetto S.P. 513R, costo complessivo 60.000 euro (di cui 42.000 Provincia e 18.000 Comune) 42.000,00
7 Bibbiano - Marciapiede Ghiardo e ciclopedonale SP 53, costo complessivo 300.000 euro (di cui 190.000 Provincia e 190.000,00
110.000 Comune)
8 Montecchio - Ciclabile Villa Aiola e Interventi di messa in sicurezza dei tratti urbani della SP 28 e della S.P. 12 costo 40.000,00
complessivo 340.00 euro (di cui 40.000 Provincia e 300.000 Comune)
9 Rubiera - Rotatoria San Faustino S.P. 50, costo complessivo 120.00 euro (di cui 60.000 Provincia e 60.000 Comune) 60.000,00
10 Albinea - Ciclabile di collegamento con ponte sul Crostolo S.P. 21, costo complessivo 50.00 euro (di cui 25.000 25.000,00
Provincia e 25.000 Comune)

 

11 Guastalla - Realizzazione rotatoria tra S.P. 62R e S.P. 2 in località Tagliata , costo complessivo 115.00 euro (di cui 15.000,00
15.000 Provincia e 100.000 Comune)
12 S. Ilario - Incarichi propedeutici alla Progettazione della Variante di S. Ilario (50.000 Comune) 50.000,00
13 Percorso ciclabile extraurbano Correggio Fosdondo I° lotto - S.P. 47 (di cui 340.000,00 avanzo Provincia - 60.000,00 340.000,00
Regione - 50.000,00 comune Correggio)
14 Toano - Interventi di messa in Sicurezza S.P. 8 e S.P. 486R a cerredolo (di cui 110.000 PNSS, 105.000 Provincia e 105.000,00
140.000 Comune)
15 Cadelbosco - S.P. 63R - Percorso Ciclopedonale in località Zurco 592.000,00
16 Gualtieri - Realizzazione rotonda all'incrocio tra la S.P. 63 e la S.P. 81 240.000,00
Totale interventi per sicurezza stradale in compartecipazione con comuni 1.699.000,00
Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su strade e manufatti provinciali
Interventi su manufatti
17 Lavori di ripristino del piano viabile sui viadotti "Saltino" e "Cerredolo" sulla SP 486R "di Montefiorino" dal km 38+200 200.000,00
al km 42+500
18 Lavori urgenti di messa in sicurezza sui ponti sulle seguenti strade - SP 98 - SP 7 - SP 62R 360.000,00
19 Manutenzione straordinaria giunti su vari manufatti stradali 58.942,00
20 Villa Minozzo - Lavori di ripristino del cemento armato delle strutture portanti del Ponte sul Torrente Secchiello sulla 450.000,00
S.P. 19
21 Gualtieri - Guastalla - Lavori di ripristino del cemento armato delle strutture portanti del ponte sul Torrente Crostolo 380.000,00
sulla SP 62R VAR - Cispadana
22 Messa in sicurezza del Ponte sul Rio Sologno S.P. 108 (400.000 Provincia; 400.000 Regione Emilia Romagna) 800.000,00
23 Messa in sicurezza del Ponte tra Dosolo e Guastalla al confine con le Provincie di Reggio e Mantova 3.785.635,00
tot. interventi su manufatti 6.034.577,00

 

 

Interventi sul corpo stradale

 

24 Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria Reparto Nord - comprende il piano di ripristino urgente degli 1.793.984,50
asfalti post stagione invernale da effettuare immediatamente con Accordo Quadro per circa 1.000.0000 e circa
800.000 da realizzare a seguito espletamento gara
25 Prima fase di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria Reparto Sud - comprendente il piano di ripristino 1.771.876,50
urgente degli asfalti post stagione invernale da effettuare immediatamente con Accordo Quadro per circa 1.000.0000
e circa 800.000 da realizzare a seguito espletamento gara
26 Riconversione automezzi provinciali destinati al personale reparti manutenzione stradale 35.000,00
tot. interventi sul corpo stradale strade 3.600.861,00
Interventi di ripristino movimenti franosi
27 Ventasso - Ripristino movimento franoso sulla S.P. 91 in prossimità di Vaglie 75.000,00
28 Villa Minozzo - Ripristino movimento franoso sulla S.P. 9 in località Pioppa in c.ne di Villa Minozzo 230.562,00
tot. interventi ripristino movimenti franosi 305.562,00

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Un plauso al presidente Manghi e tutto il suo staff per l’ottimo risultato raggiunto… Però domando, non solo a lui ma anche all’amministrazione di Carpineti (dove vedo interventi sulla caserma), i quali avevano promesso l’apertura in campagna elettorale della nuova caserma in località San Prospero: perchè continuare a spendere soldi su quella vecchia?

    (bacs)

    Rispondi
  2. Come al solito i fondi sono sbilanciati pesantemente in favore della pianura, ma è ancora più incredibile come ci siano 1.147.000 € stanziati per la realizzazione di piste ciclabili, tutte in pianura, tra cui una costosissima “ciclabile interurbana” a correggio del costo di 340.000 euro da parte della provincia e un’altra a cadelbosco per 592.000!! E fino a qualche mese fa per la montagna non c’era un centesimo. Ma questi sarebbero interventi necessari e urgenti?? Le strade del crinale sono talmente scassate che tra le pieghe del fondo dissestato sta uscendo la ghiaia e sta crescendo l’erba! Il 90% dei muretti a lato strada sta franando. Raddrizzate e mettete in sicurezza qualche curva, Pensate di risolvere i problemi della montagna sistemando un ponte? Vergogna.

    (FD)

    Rispondi
  3. Nell’attesa del “governo tecnico” che darà all’Italia il colpo finale, rendendola “attraente” per gli investimenti esteri (Germania e Francia compreranno le nostre eccellenze a prezzi di saldo), ricordo che l’austerità (espansiva, naturalmente, infatti si vede, come l’Italia sta crescendo sana e forte!) colpisce dappertutto, ma si accanisce soprattutto dove ci sono pochi elettori…

    (Commento firmato)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48