Home Economia Molino Schenetti riparte dal territorio puntando su qualità e benessere

Molino Schenetti riparte dal territorio puntando su qualità e benessere

58
0

 

Il maestro Pino Conte

Molino Schenetti (Rosano di Vetto) in collaborazione con Rcsa Italia, ha organizzato un primo evento dimostrativo per gli amanti della pizza, con lo scopo di “far toccare con mano” la qualità superiore delle farine selezionate alle famiglie e ai professionisti, con un occhio di riguardo al futuro rappresentato dai giovani.  Mercoledì 18 aprile 2018, in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore Nelson Mandela, a Castelnovo  ne’ Monti, il Maestro Pino Conte (campione mondiale e olimpico di presentazione, velocità e abilità ai forni, giudice ai Mondiali della Pizza), ha illustrato le tecniche, i tempi di lievitazione e di cottura della pizza, con degustazione finale. Un corso teorico-pratico che ha voluto dare la possibilità di far conoscere una farina ideata dallo Staff RCSA e prodotta dal Molino Artigianale Tedeschi, commercializzata in esclusiva per l’Appennino dal Molino Schenetti.

Molti sono stati i trucchi del mestiere spiegati dal campione mondiale della pizza, che spaziavano da come estrarre il glutine dall’impasto, importantissimo per capire il tipo di farina con cui si sta lavorando e il successivo utilizzo, al modo di maneggiare la pasta o gestire la temperatura del forno, lasciando anche la ricetta, che trovate in fondo all’articolo, del suo impasto per la pizza, e per qualsiasi ulteriore chiarimento, anche in  futuro, lo Staff RCSA è sempre a disposizione per risolvere problematiche o dare consigli tecnici.

Luana Bernardette Marino, insegnante dell’indirizzo alberghiero dell’Istituto Mandela: “La giornata si è articolata in tre parti: una la mattina dove, grazie alla collaborazione con il Molino Schenetti e la presenza del mastro pizzaiolo, è stato fatto un corso sulla pizzeria, i vari tipi di farina, lievitazione, cottura, ecc., rivolto agli studenti dell’Istituto, in particolare a tutte le classi terze, infatti abbiamo allineato la programmazione con questo progetto proprio perché loro stanno preparando l’esame di qualifica. Il secondo incontro si è tenuto nel primo pomeriggio con alcuni ristoratori della zona, e sono state riproposte le farine con le loro caratteristiche, dati consigli per la pizzeria e lievitazione e spunti per nuovi prodotti da portare in montagna. La terza parte si è svolta in serata, ed è stata rivolta alle casalinghe e agli appassionati della cucina in generale, qui hanno partecipato anche gli alunni del corso serale. C’era tantissima gente – prosegue –, le sedie non bastavano. Siamo stati molto soddisfatti, anche i ragazzi. Spero che si rinnovi questa collaborazione, perché è stato presentato un prodotto a km zero e valorizzato un mulino che si trova nel nostro territorio. Durante tutta la giornata, i tre corsi sono stati possibili grazie anche alla collaborazione e affiancamento dei nostri ragazzi che dalla mattina sono stati presenti come aiutanti e che hanno dimostrato tanta voglia di apprendere, anche perché il mastro pizzaiolo aveva alte doti esplicative e comunicative, oltre che professionali”.

Questo è solo il primo passo che porterà l’azienda ad allestire a Rosano di Vetto, entro breve tempo, uno spaccio di farine selezionate di diverse tipologie, che rappresenteranno il meglio della produzione, della tradizione, della qualità e che porteranno di conseguenza una linea di prodotti da forno di alta qualità nel rispetto dei sapori artigianali italiani.

Da sinistra Massimo Angela Anna e Roberto Schenetti

Parte da lontano la storia della famiglia Schenetti. Nel 1951 Biagio Schenetti acquistò un piccolo mulino a Rosano di Vetto dove col passare degli anni trasferì tutta la famiglia. Con i figli Beniamino e Antonio costituì la prima società: Fratelli Schenetti s.n.c. Le grandi macine di pietra del mulino tornarono così a produrre farine per soddisfare le esigenze della comunità locale, destinate all’alimentazione umana e animale. Nel corso degli anni settanta la famiglia coglie la crescente necessità di nuovi prodotti e mangimi, imposta dall’ampliarsi delle stalle e dalle nuove tecniche di allevamento. Inizia così la costruzione di nuove strutture e capannoni, all’avanguardia per i tempi, ponendo un’attenzione particolare al fabbisogno di mangimi adatti della produzione di latte destinato al Parmigiano reggiano. Negli anni novanta entrano in azienda, accanto ai genitori Antonio e Beniamino, i figli Angela, Anna, Massimo e Roberto costituendo la nuova società Fratelli Schenetti s.r.l. In questi anni si sperimentano nuove forme di commercializzazioni, che distolgono però l’attenzione dalla produzione di mangime.

Nel 2012 cambia la ragione sociale, diventando l’attuale Molino Schenetti s.r.l.

Nel dicembre 2017 i fratelli, su consiglio dei rispettivi genitori, raggiungono la consapevolezza che occorra fare un altro passo avanti, lasciando alle spalle il passato recente, fatto di scelte non sempre lungimiranti. Questo li porta a cercare chi possa avere l’esperienza e le qualità per far ritrovare nel nome Schenetti e nell’azienda la fiducia e la stima di un tempo. Inizia così la collaborazione con Rcsa Italia, società di ricerca e consulenza nel settore agroalimentare. L’intervento porta alla decisione di investire nel rispetto del territorio, ascoltando le esigenze locali e i saggi consigli degli imprenditori agricoli, che per primi hanno percepito il cambiamento e capito la serietà che si sta caratterizzando la nuova operazione.

 

Pizza in teglia

Ingredienti:
1800 grammi di farina forte (Luna)

1 litro di acqua
10 grammi di lievito fresco
40 grammi di sale
30 grammi di olio di semi di soia

Procedimento:
Alla farina aggiungere l'olio e il lievito sciolto nell'acqua; iniziare a impastare, aggiungere il sale solo al termine. Lasciare riposare l'impasto per 10 minuti; tagliare panetti da 900 grammi per una teglia di  40x60 cm.; adagiare le palline sulla teglia e incominciare a stendere fino a ricoprirla in modo omogeneo. Condirla soltanto con pomodoro e lasciarla lievitare per 2 ore. Quando è ben lievitata metterla in forno a 180 gradi per 10 minuti  circa. Tirare fuori dal forno, condirla a piacere e finite la cottura.

Pizza in pala (scrocchiarella)

Si devono aggiungere 150 grammi di acqua in più e seguire lo stesso procedimento sempre con farina forte “Luna”
Fare sempre la precottura.