Lê la dîš ch’ la gh’ha un bel lèt

 

Altêra 

Alzata, testata del letto. Nelle case più povere non esisteva l’altêra. C’erano due cavalletti, possibilmente di ferro, su cui si collocava un piano fatto con assi robuste, e su queste si poneva al pajûn, realizzato con foglie di granoturco. Chi invece stava meglio poteva disporre di un materasso di lana (mataràs, o tamaràs) oppure di piume di oche e galline (la piúma). Una vecchia canzone-dispetto recitava: Lê la dîš ch’ la gh’ha un bel lèt: / quàter tâvli e un cavalèt. / La dôrma in tèra!

 Due Altêre con "cambio di destinazione"

Al pajûn

Alvâda

Questo termine indica diverse cose: l’alzarsi da letto; l’aggettivo alzata, sollevata; una covata di pulcini; la raccolta delle uova dal covile; il lievitare del pastone del pane o dei dolci; un terreno (bosco o campo) posizionato verso levante, cioè verso la “levata” del sole. Alla base c’è il verbo elevare, che in molti casi diventa levare, togliere, ma anche allevare. C’era questo modo di dire, usato quando un oggetto risultava di dubbia provenienza: “Co’ l’êt pagâda?” –“Quàter dî e n’alvâda. [Quanto l’hai pagata? Quattro dita e un’alzata]. Cioè: l’ho presa con la mano, l’ho alzata e portata via.

 

Arghìgn 

Atto di ribellione, reazione. È il comportamento tipico di chi subisce vessazioni. Quando non ne può più si rivolta. L’espressione deriva dalla configurazione del volto che presenta smorfie, contrazione dei lineamenti. Guigner in francese indica appunto le smorfie, il ghigno. Fanno parte della stessa famiglia: arghignâ, arghignâda, arghignâs, arghignûš (ma è più usato ghignûš).

 

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Ricordi mai dimenticati

    (CC)

    Rispondi
  2. Come continua poi la canzone le la dis cla ga un bel let….. ha ha haaaa. !!!

    (Luca)

    Rispondi
  3. Luca, il testo della canzone, quasi completo, lo trovi nel primo cd delle “Falistre e i Fulminânt” uscito qualche anno fa al modico prezzo di euro 5. Ho detto quasi completo perché si tratta di una canzone che si adatta a circostanze, ambiente, persone e basta un episodio per creare seduta stante una o più strofe nuove. Fa parte dei “Dispetti” ed è tipicamente maschilista.

    (Savino Rabotti)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48