Home Cultura “Dove abitano le parole”. Giornata dedicata alla letteratura d’Appennino: D’Arzo e Bertolucci

“Dove abitano le parole”. Giornata dedicata alla letteratura d’Appennino: D’Arzo e Bertolucci

18
0

Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna.

Il Parco Nazionale, nell'ambito della settimana europea dei Parchi, dedica la giornata di venerdì 25 maggio alla letteratura d'Appennino. L’Associazione Scrittori Reggiani partecipa anche quest’anno al progetto dell’istituto dei beni culturali (Ibc-Ibacn) dell’Emilia Romagna

In quest’anno 2018, nell’ambito della letteratura dell’Appennino, l’Associazione Scrittori Reggiani va a “riscoprire” quattro autori d’Appennino: Umberto Monti, Attilio Bertolucci, Silvio D’Arzo, Francesco Petrarca rispettivamente nei luoghi che conservano le case della loro poesia: Civago, Cerreto Alpi, Casarola, Selvapiana di Canossa.

Il secondo appuntamento avrà luogo venerdì 25 maggio ed è organizzato in collaborazione con comune di Monchio delle Corti, Associazione scrittori Reggiani, si terrà a partire dalle ore 15.30 presso il borgo di Casarola e a seguire presso la biblioteca ‘Attilio Bertolucci’ di Monchio delle Corti.

Nel corso del pomeriggio, dedicato al mondo della scuola, verranno tracciate le figure dei poeti dell'Appennino, Silvio d'Arzo e Attilio Bertolucci al fine di condividere percorsi di lavoro con i docenti da svolgere nel prossimo anno scolastico.

Durante i lavori è previsto l’intervento di Elisa Bondavalli e una tavola rotonda con gli insegnanti dell’Appennino reggiano e parmense che avrà lo scopo di elaborare un progetto didattico per riconoscere l’Appennino nelle opere dei due scrittori.

Letture a cua di Elena Scialla e Marco Perna.

Per informazioni dottoressa Natascia Zambonini educazioneambientale@ parcoappennino.it