Tombe ingombranti. “Tornino nei confini”

Capita, alle volte, che a finire fuori i confini siano le tombe del caro estinto. Da qui la necessità di "un cartello per fare rispettare le regole, ma anche per sensibilizzare le persone  per maggiore rispetto dei luoghi dove riposano i defunti”. Fabio Ruffini, sindaco di Vetto, commenta così l’avviso  che, da alcuni giorni, il Comune ha affisso ai cimiteri vettesi.

Nel testo del cartello posto all’ingresso dei cimiteri si legge: “Avviso, ai sensi del regolamento di polizia mortuaria, nessuna opera può essere eseguita senza il preventivo parere dell’ufficio comunale competente. Inoltre, essendo emerse incongruenze rispetto a quanto contenuto nel vigente regolamento si ricorda che il massimo ingombro consentito per ogni tomba è pari a 2,42 metri quadi (1,10 metri per 2,20), mentre piante e cespugli o arbusti messi a dimora entro i limiti predetti, non possono superare l’altezza massima di 110 cm”.

Da qui l’invito del Comune ad attenersi a quanto indicato, diversamente il Comune “dovrà riportare lo stato dei luoghi entro i limiti previsti”.

In passato – si pensi alla crescita di piante ornamentali ad esempio – è successo che alcuni spazi occupati dalle tombe o dalle loro decorazioni abbiano effettivamente debordato. Ma nessun abuso “si tratta di fatti accaduti in assoluta buona fede”, chiarisce il sindaco Ruffini.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48