Addio a Geremia, storico gestore dell’omonima osteria

Addio a Geremia Nobili, 83 anni, uno dei ristoratori più noti di tutto l’Appennino, titolare dell’omonima locanda, in via Franceschini 10 (già via della Scimmia), avviata nel cuore del capoluogo, dal 1978 e, dopo una breve suo ritorno nel milanese, che aveva rilanciato nel 1985, col figlio Massimiliano.

Geremia, rimasto orfano di madre, di una famiglia numerosa, era emigrato per lavoro a Milano a 13 anni e da lì a poco avrebbe perso il padre. Ma con la natia Spigone di Vetto aveva mantenuto un legame eterno “tutte le cose buone vengono da lì”.

Geremia aveva affinato le doti di cuoco in diversi locali (rientrò da Saint Moriz, perché non ne capiva la lingua straniera), tra questi il Covo Nord Est a Santa Margherita Ligure e il Porto a Milano. Ristoranti che lo avevano portato a cucinare, come ricordava con gli amati nimpoti, per personaggi importanti in quel luogo di villeggiatura da Elisabeth Taylor a Moratti, da Silvio Berlusconi da Mario Corso, a Gianni Rivera, altri giocatori dell’Inter, e attori del calibro di Paolo Villaggio. Ma per amore dei figli si era stabilizzato a Castelnovo, dove Massimiliano aveva riaperto l’attività, co - condotta da lui sino al 2008 e tutt’ora molto rinomata.

“A Castelnovo per acquisti. E’ da poco passata l’una, fa freddo ed il cielo grigio promette neve (e verrà). Niente di meglio che andare a prendere un bel piatto caldo da Geremia. E’ proprio vicino, nel vicolo che parte da Piazza Peretti, la piazza del borgo antico dove anni fa si fermavano le corriere che andavano e venivano da Reggio. Entriamo e ritroviamo l'atmosfera familiare di sempre… una sala lunga e stretta, illuminata da finestre solo su un lato, pareti tinte di un caldo giallo, soffitto basso dalle travi in legno a vista, nel mezzo il camino acceso, una quindicina di tavolini, ravvicinati e quasi tutti affollati, brusio e profumi di cucina casalinga…”. Questa è una delle centinaia di recensioni, in grandissima maggioranza positive, di quel locale che, con il suo stile, ha condizionato moltissimi altri ristoratori dell’Appennino. Ma che, soprattutto, era noto e tappa fissa per chi qui voleva assaporare i gusto di una cucina casalinga, magari al mercato del lunedì, “in una di queste trattorie di paese tra le portate si attacca il discorso con gli avventori del tavolino adiacente e si finisce con lo ‘stramaledire il tempo ed il governo’, per dirla alla De Andrè”.

L'interno dello storico locale di Geremia

Di recente il Ristorante da Geremia è stato tra i fondatori dell’Associazione del Cappelletto Reggiano.

Geremia Nobili, originario di Vetto, lascia i figli Massimiliano, Stefania, la nuora Patrizia, i nipoti Lorenzo, Alessandro e Leonardo e la sorella Tea Giuseppina. I funerali avranno luogo domani alle 16 partendo dalla camera mortuaria di Castelnovo Monti per la chiesa di Vetto e il cimitero locale. Stasera ore 20.30 Rosario in camera mortuaria. (G.A.)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

15 Commenti

  1. Era una persona speciale, buona e generosa, rimarrà sempre vivo il suo ricordo nei nostri cuori. Le nostre più sentite condoglianze.

    (Famiglia Sessolo)

    Rispondi
  2. A Massimiliano e famiglia le mie più sentite condoglianze. Ricorderò Geremia con simpatia ed affetto.

    Elettra

    Rispondi
  3. R.I.P. un caloroso abbraccio ai figli Simonetta e famiglia

    Simonetta

    Rispondi
  4. Sentite condoglianze
    Andrea Zini e famiglia

    Andrea Zini

    Rispondi
  5. Condoglianze a Max e Stefania
    giovanni Onfiani

    Giovanni Onfiani

    Rispondi
  6. Sentite condoglianze

    Dante e Loretta Ligabue

    Rispondi
  7. Sentite condoglianze a tutta la famiglia ❤
    HASSAN Bahrami

    Hassan Bahrami

    Rispondi
  8. Impossibilitato a partecipare alle esequie porgo ai familiari le più sentite condoglianze.

    Umberto Casoli e famiglia

    Rispondi
  9. Le più sincere condoglianze,Giorgio Gualtieri e famiglia.

    Giorgio Gualtieri e famiglia

    Rispondi
  10. Sentite condoglianze

    IreneLeccese

    Rispondi
  11. Mi spiace sono via per lavoro ma sono rimasto male alla infausta notizia stringo con affetto la famiglia

    Paolo Maria Ruffini

    Rispondi
  12. RIVOLGO UN PARTICOLARE SALUTO AL GRANDE GEREMIA AMICO E SUPER CUOCO PER TUTTE LE SERATE E PRANZI PASSATI DA LUI IN COMPAGNIA DI MIEI AMICI, ABBIAMO INIZIATO A FARE DELLE SERATE MITICHE CON LA FISARMONICA CHE IO AVEVO ANCORA LA VESPA………..E DI ANNI NE SONO PASSATI. UN PARTICOLARE PENSIERO A MASSIMILIANO STEFANIA E PATRIZIA OLTRE A LORENZO ED ALESSANDRO AFFINCHE’ SAPPIANO (COME SO CHE SONO IN GRADO) DI TENERE ALTO IL NOME DEL MITICO GEREMIA PROSEGUENDO NELLA GESTIONE DEL RISTORANTE. UN ABBRACCIO SINCERO A TUTTI.

    luisito

    Rispondi
  13. Le circostanze ci hanno fatto arrivare la triste notizia…un caro ed ultimo saluto al vostro amato Geremia ed un abbraccio sentito a tutti voi. Marinella Francone e Federica Nobili

    Marinella Francone

    Rispondi
  14. R.I.P.grande geremia

    Luchino

    Rispondi
  15. Ciao Gerry, perché è così che ti sempre chiamato da quando sei ritornato a Castelnovo. E’ con un grossa stretta al cuore che voglio salutarti per l’ultima volta, ma le persone come te, difficilmente si dimenticano. Posso dire che noi ci siamo visti quotidianamente sia a mezzogiorno ma molto spesso anche alla sera. Ho partecipato alle tue gioie come ho partecipato alle tue sofferenze, ero uno di famiglia. Sei tato una persona solare, conciliante, attento alle esigenze dei tuoi clienti e non da ultimo un bravissimo cuoco, capace di soddisfare ogni richiesta anche la più difficile. Quanti bellissimi momenti passati presso il tuo ristorante, volevi farci credere che anche le banane venivano da Spigone. Il groppo in gola mi impedisce di continuare a scrivere, ma su di te potrei continuare per molto tempo con i ricordi, ma ora riesco solo a dirti GRAZIE GERRY.
    Andrea

    Andrea

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48