Home Cronaca Il forno Magnavacchi ha cessato l’attività ringraziando i clienti

Il forno Magnavacchi ha cessato l’attività ringraziando i clienti

5
0

Sabato scorso il Forno Magnavacchi a Casina ha servito i suoi clienti per l’ultima volta.

Se ci sono giorni che illuminano la lettura di tutti gli altri, il 29 settembre 2018 ha confermato a Giorgio e Geni che i quasi 34 anni di lavoro sono stati spesi bene. I clienti di una vita hanno infatti risposto all'invito al rinfresco con cui Geni e Giorgio hanno voluto salutare chi “aveva loro accordato fiducia” per tanti anni e sabato mattina hanno affollato il negozio per l’ultimo acquisto, riempiendolo di fiori, di piante, di biglietti di saluto, di abbracci e di commozione.

Fedeli alla tradizione del pane genuino appresa da Giorgio a 15 anni nel forno  di Amos Rinaldi prima, del figlio Ermanno poi, nonché della pizza, dell’erbazzone, dei classici gnocchini e veneziane come merenda a scuola, erano particolarmente apprezzati anche per le torte. Valore aggiunto la consegna a domicilio da parte di Giorgio, le piccole attenzioni, la battuta, la cordialità della conversazione di Geni, il convinto sostegno a tutte le attività di associazioni e parrocchie da parte di entrambi.

Ora le stesse associazioni, dopo il giusto periodo di riposo (quante notti da recuperare!!!), aspettano Giorgio Magnavacchi e Geni Chiesi in mezzo a loro a sperimentare nuovi ritmi veglia sonno e a condividere quegli spazi di socialità che gli orari impegnativi del forno hanno loro precluso.

Articolo precedenteSorella luna, di Irene Guidetti
Articolo successivo“Ha la divisa ma non è un agente di Polizia”: Alessandro Davoli solleva il caso del cantoniere/ausiliario del traffico in uniforme

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.