Le Cicogne: “Evitiamo qualsiasi strumentalizzazione. Ci rifaremo sentire quando avremo notizie”

Riceviamo e pubblichiamo dal Comitato Salviamo Le Cicogne di Montagna. Ne approfittiamo per precisare che è inesatto quanto scritto nell'edizione di domenica della Gazzetta di Reggio secondo cui da Redacon "le Cicogne vengono indicate vicine alle Camicie verdi e il Comitato Dinamo viene legato invece ai 5 Stelle". Come scritto nello stesso articolo sono invece i due partiti politici di governo che, in diversi modi, hanno appoggiato i due movimenti.

 

___

Vogliamo ribadire alcuni passaggi:

- Abbiamo parlato con la Regione, ma oltre ad una disponibilità a ridiscutere l’accordo del 2010, il presidente Bonaccini non pare intenzionato ad andare (almeno per il momento), mentre noi abbiamo ribadito la necessità che la Regione riapra subito i Punti nascita dell’Appennino con propria delibera e inizi a progettare proprio con i punti nascita "riaperti" forme di assistenza alla natalità compatibili con il basso numero dei parti in montagna (come ha dichiarato il premier Conte alle Camere).

- Stiamo aspettando che il Ministero ci convochi da prima che lo facesse la Regione. Abbiamo qualcosa da dire loro, abbiamo preparato un libro bianco che gli consentirà, se vorrà, di prendere l’iniziativa e sbloccare la melina opposta dalla Regione.  Speriamo che nessuno voglia ostacolarci.

- Il nostro interesse è la riapertura del punto nascita di Castelnovo e possibilmente di tutto l’Appennino, lo anteponiamo alle nostre singole preferenze politiche, dialoghiamo con tutti i partiti e le istituzioni, ma non siamo organici a nessuno, non facciamo sconti e non portiamo acqua a nessuno. Sappiamo riconoscere chi appoggia i nostri sforzi e gli opportunisti che cercano vantaggi. C’è una forma di strumentalizzazione a cui noi non aderiamo, per questo evitiamo di entrare in polemica.
Ci spiace che una battaglia comune per la montagna sia diventata per qualcuno un’occasione per attaccarci, ma crediamo che i cittadini non abbiano bisogno di istruzioni per capirne le intenzioni.

Torneremo a parlare quando avremo qualcosa di nuovo da dire, adesso la scena è per altri interessi che non ci riguardano.

Il comitato Salviamo le Cicogne

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Quando un qualsivoglia Comitato – che possiamo chiamare X oppure Y, o con altro nome, per stare quanto più possibile sulle generali – lancia un appello, ovvero diffonde un documento, riguardo al quale chiede l’appoggio delle forze politiche, e riesce ad averlo da parte di tutte o di qualcuna, mi sembrerebbe poi abbastanza difficile saper “riconoscere chi appoggia i nostri sforzi e gli opportunisti che cercano vantaggi”, per usare le parole che troviamo in queste righe, ossia comprendere dove inizi e come si configuri una eventuale strumentalizzazione, ma forse ci sarà un modo per capirlo che io non conosco (ma, forse, c’è pure il rischio di sbagliarsi nel fare un tale distinguo).

    P.B. 15.01.2019

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48