Castelnovo: nel negozio allestisce sala scommesse abusiva. Denunciato. AGGIORNAMENTO. Intervento di Bini

Castelnovo ne' Monti. L’insolito movimento di clienti notati presso un esercizio commerciale ubicato nel centro di Castelnovo ne' Monti ha insospettito i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castelnovo ne' Monti che ieri mattina, unitamente alla Polizia Municipale di Castelnovo ne' Monti, hanno eseguito un controllo amministrativo accertando effettivamente che, all’interno dell’esercizio commerciale oggetto delle attenzioni investigative, munito di autorizzazioni per la vendita di gadget sportivi e ricariche telefoniche, era stata abusivamente allestita una sala scommesse ove venivano raccolte le scommesse sportive per conto di una società allocata in Austria e non affiliata ai Monopoli di Stato.

All’atto dei controlli i militari avevano modo di verificare che il titolare dell’attività commerciale, un 28enne reggiano, raccoglieva scommesse sportive senza essere munito della prevista autorizzazione di cui all’art. 88 del Testo Unico delle Leggi di P.S. che non gli era stata rilasciata dalla competente Autorità di P.S. con diffida a intraprendere ovvero proseguire l’attività di esercizio di scommesse.

Nel corso delle attività i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Castelnovo Monti unitamente alla Polizia Municipale di quel centro avevano modo di identificare diversi clienti che avevano appena fatto scommesse e altri che si apprestavano a farle in una delle dieci postazioni presenti nel negozio.

Tra i clienti anche due minori in violazione alle norme che tutelano i minori dai rischi connessi alla ludopatia e per i quali il commerciante sarà segnalato al competente ufficio dei monopoli di stato per la contestazione della violazione prevista dall’art. 7 del D.lg. n.158/2012 convertito dalla legge n.189/2012.

Alla luce di quanto accertato il 28enne commerciante reggiano è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per il reato previsto dall’art. 4 c.4 bis della l.401/89, (esercizio abusivo dell’attività di gioco d’azzardo).

***

Aggiornamento ore 14.00

Bini interviene sull'operazione che ha portato all'individuazione di una sala scommesse irregolare

In merito all'operazione congiunta dei Carabinieri della Compagnia di Castelnovo ne' Monti e della Polizia locale dell'Unione dell'Appennino, che ha portato all'individuazione di una sala scommesse irregolare a Castelnovo, interviene il sindaco Enrico Bini: “Ritengo un risultato importante la chiusura di questo punto scommesse che è risultato abusivo e nel quale, secondo i riscontri raccolti, venivano accolte anche puntate da parte di minorenni. Un'operazione per la quale ringrazio i Carabinieri e la nostra Polizia Locale, che sottolinea anche l'ottima collaborazione tra le diverse forze dell'ordine che sta dando risultati importanti, in particolare con i carabinieri sulla sicurezza e lo spaccio, e con la Polizia stradale e la Polizia Provinciale che, insieme alla Polizia dell'Unione, sono spesso impegnate in controlli sulle vetture e i mezzi da trasporto per rilevare in particolare il mancato pagamento dell'assicurazione e i veicoli non sottoposti a revisione. Il tema del gioco d'azzardo poi è subdolo, e in grado di coinvolgere giovani e adulti in modo graduale ma arrivando spesso a livelli patologici. Per questo abbiamo scelto di adottare già negli anni scorsi la norma regionale che impone una distanza dei locali con slot machine e dedicati alle scommesse di almeno 500 metri da una serie di luoghi sensibili come scuole, ospedali, luoghi di culto, oratori, per cui allo scadere dei contratti in essere queste attività dovranno o dismettere le macchine e l'attività di scommesse, o spostarsi in luoghi oltre tali distanze. Una scelta che ci ha posto al centro di critiche e anche un ricorso al Tar da parte di operatori del settore, ricorso poi respinto: per noi si tratta di un'azione assolutamente condivisibile e della quale siamo fermamente convinti”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48