“Fare l’amministratore in montagna? E’ opera di volontariato”, Lucia non si ricandida

Che sia quasi mera opera volontariato fare l'amministratore dei piccoli Comuni italiani è cosa forse non nota a tutti. Lo dimostra questa lettera di Lucia Manicardi, uno degli amministratori più in vista di "Sì Uniti", la lista civica che ha guidato Villa Minozzo negli ultimi anni. Ecco la sua testimonianza.

___

Ieri si è tenuto l’ultimo consiglio comunale di questa amministrazione e in quell’occasione ho reso nota la mia volontà di non ricandidarmi, volontà che ora desidero condividere in più ampia sede dando risposta a tutti coloro che mi stanno chiedendo che cosa intendo fare.

Le ragioni di questa scelta, comunque molto sofferta, sono sostanzialmente due.

La prima è che dopo cinque anni di impegnativo e intenso volontariato civico (perché tale è il ruolo di assessore nei comuni di piccole dimensioni!) è tempo che io torni a mettere al centro le necessità economiche della mia famiglia.

La seconda è che il mio impegno e le mie energie li ho dedicati al territorio e non alla “tessitura di trame” per aggiudicarmi la poltrona di sindaco. Non è nel mio stile, non è mai stato nei miei obiettivi, le relazioni a cui ho lavorato sono state unicamente quelle afferenti l’incarico ricoperto, in certi casi maturate anche in sincera stima ed amicizia, e quelle con i concittadini e con tutte le realtà con cui ho potuto attivare preziose e proficue collaborazioni.

Porto con me la soddisfazione di avere contribuito alla ricucitura di una storica frattura nel centrosinistra villaminozzese superando un passato di divisioni e contrasti e mettendo in campo azioni concrete a vantaggio di tutta la comunità.

In questi anni ho rappresentato il comune di Villa Minozzo nell’Unione montana come componente del Consiglio e nella Giunta come delegato permanente in sostituzione del sindaco quando impossibilitato a partecipare.

Ho inoltre partecipato regolarmente agli incontri in sede di consiglio locale di Atesir a Reggio Emilia portando le istanze della montagna per il miglioramento del sistema di gestione dei rifiuti che, soprattutto nelle aree di crinale, non è assolutamente in linea con le normative europee, nazionali e regionali sul riciclaggio e recupero di materia e sugli obiettivi dell’economia circolare.

Ora, nell’imminenza della prossima tornata elettorale in cui vanno definendosi alcuni scenari politici, registro un coinvolgimento della mia persona tutto sommato marginale. Ne prendo atto e si va avanti.

Elenco un po’ di cose fatte, senza la pretesa di esaustività, come assessorato ambiente e non solo:

  • proposti e fatti adottare cinque Regolamenti comunali (Gestione rifiuti urbani, Scontistica al Centro di Raccolta di Calizzo, Compostaggio domestico, Rinuncia di proprietà e recupero cani vaganti, Uso dei Parchi giochi comunali);
  • attivazione convenzione con il Cai per la manutenzione dei sentieri;
  • istituita e organizzata la Giornata Ecologica comunale (cinque edizioni);
  • avviato progetto sul compostaggio domestico con innalzamento sconto sulla Tari (dal 5 al 20%) per chi lo pratica e possibilità di acquisire la compostiera presso il Comune a prezzo agevolato;
  • modificato e ampliato l’orario di apertura del Centro di Raccolta (isola ecologica) di Calizzo, finalmente dotato anche di fornitura d’acqua ad uso del personale; avviato il sistema di scontistica che consente di abbattere la Tari accumulando punti ad ogni conferimento dei materiali previsti dal Regolamento;
  • promosso e organizzato incontri informativi e convegni su varie tematiche ambientali;
  • incontrato in diverse occasioni bambini e ragazzi di tutti gli ordini scolastici del comune per azioni e riflessioni sul rispetto dell’ambiente e della natura;
  • in sede di Unione dei comuni mi sono attivata per la nascita di una Commissione ambiente (proponendone il relativo Regolamento) che portasse i Comuni a coordinarsi in azioni congiunte d’interesse per l’intero territorio. Sono stati così proposti e approvati dalla Giunta dell’Unione il progetto sul censimento dell’amianto (d’imminente avvio) e la partecipazione dell’Unione all’iniziativa europea “Patto dei Sindaci” cui seguirà l’elaborazione di Piani d’azione per l’energia sostenibile e il clima (Paesc) finalizzati alla riduzione delle emissioni climalteranti in atmosfera;
  • ho sollecitato e seguito la progettazione del nuovo sito internet comunale, di cui curo regolarmente elaborazione e pubblicazione delle notizie;
  • insieme all’associazione Villacultura e all’istituto comprensivo di Villa Minozzo ho contribuito alla definizione della Convenzione per la gestione della Biblioteca scolastica decentrata ubicata presso il Centro culturale Arrigo Benedetti a servizio di tutto il territorio.

Sono pienamente consapevole che tanto ancora si poteva e si potrebbe fare, e che i ragionamenti avviati sul tema dei rifiuti e altre tematiche ambientali dovranno trovare nuovi referenti, ma confido e auspico di avere tracciato un percorso che altri potranno percorrere con analoghi obiettivi.

Amministrare è prima di tutto un’esperienza umana, e un’occasione di crescita straordinaria. È un viaggio che ogni giorno ti regala occasioni per metterti in gioco, pensare, e ripensarti. Per questo sono grata a tutti coloro che vi hanno contribuito, anche se non sempre in positivo, perché ne esco comunque arricchita.

Ringrazio con il cuore i concittadini elettori della lista Villa Virtuosa che hanno creduto nel nostro progetto, i candidati della lista che si sono messi a disposizione (non è da tutti!), i colleghi e amici Enzo Scaglioni e Fabio Gigli, il sindaco Luigi Fiocchi e tutto il gruppo di Sì Uniti che ci hanno aperto alla maggioranza e con i quali abbiamo condiviso soddisfazioni e frustrazioni, i dipendenti degli uffici comunali per la competenza e la pazienza, l’associazione Villacultura per tutto quanto fatto assieme.

Per quanto mi riguarda rimarrò a disposizione del territorio per gli obiettivi in cui credo e per cui mi sono sempre impegnata.

 

(Lucia Manicardi, lista Villa Virtuosa, assessore ambiente uscente comune di Villa Minozzo)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Ringrazio Lucia per tutto il lavoro svolto fino ad oggi nell’intera Comunità del nostro Appennino. Sono dispiaciuto per la scelta, condividendo in parte le motivazioni, di lasciare momentaneamente il mondo politico. Credo che, oggi più che mai, ci sia bisogno di persone attive come Lucia Manicardi nel nostro territorio. Auspico in un suo ripensamento.
    Grazie Lucia.
    Luciano Francesconi

    Rispondi
  2. Rinnovo il mio rammarico per la scelta della collega e amica Lucia. La sua rinuncia al proseguimento dell’impegno portato avanti con competenza e tenacia in questi anni, comporta una grande perdita per tutta l’unione dei comuni. Personalmente ho avuto modo di lavorare con Lucia nella commissione ambiente dei comuni dell’unione e di collaborare e confrontarmi con lei su molti temi; la sua passione, la conoscenza e il suo entusiasmo sono stati preziosi per il bene della collettività e per tutti noi. Assessore di grande spessore e capacità!!! grazie di tutto Lucia!

    Chiara Borghi

    Rispondi
  3. Non posso che dispiacermi per la scelta di Lucia ma la comprendo. Far politica con dedizione e con cuore richiede tempo e sacrifici che spesso vengono ricambiati da più delusioni che soddisfazioni. Chiunque abbia un minimo di onestà intellettuale non può che riconoscerle impegno e capacità non consuete nella politica amministrativa montana; conoscendola ed avendo collaborato con lei nella commissione ambiente dell’Unione, posso affermare senza ombra di dubbio che non avere più il suo contributo attivo, sarà una perdita per tutti. Con Lucia, nonostante ideologie politiche non convergenti, ci siamo sempre rapportati onestamente, abbiamo condiviso obbiettivi e progetti con impegno che spero rinnoveremo anche al di fuori dei nostri ruoli amministrativi. Ci sono tanti modi di far politica e per farlo non serve necessariamente essere rappresentanti eletti, serve cuore e credere nelle cose disinteressatamente e, per quanto la conosco, la ritroveremo spesso in prima fila, a lottare per le cose in cui crede, più carica che mai. Grazie di tutto Lucia, a nome mio e di tante persone che hanno apprezzato il tuo operato. Chi non lo ha fatto e non lo fa è perchè non ti conosce.
    Antonio D. Manini

    Rispondi
  4. Ho avuto il piacere di amministrare il comune di Villa Minozzo con la Lucia e di apprezzarne le sue doti professionali e il grande lavoro da essa svolto, ma soprattutto le sue doti umane e la sua disponibilità il tutto testimoniato dal grande lavoro da essa svolto per i suoi cittadini.
    Mi auguro che possa continuare il suo impegno ove riterrà opportuno e avrà sicuramente il sostegno mio e di chi con lei ha operato.
    Grazie per tutto ciò che hai fatto.
    Ferrari Piero

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48