“Venturi, spiace che Lei cerchi di deresponsabilizzare le sue scelte buttandola in caciara politica”. La risposta di Nadia Vassallo all’assessore

Riceviamo e pubblichiamo.

----

Egregio Assessore Venturi, spiace che Lei cerchi di deresponsabilizzare le sue scelte e quelle della Giunta buttandola in caciara politica. Se noi siamo scese in campo è proprio per proseguire una battaglia di cinque anni in difesa delle donne e dei bambini anche all’interno delle istituzioni.

Purtroppo i fatti che sono accaduti non dipendono da noi, dipendono da Lei, dal fatto che ha chiuso il Punto Nascita di Castelnovo mandando al Ministero una domanda di deroga piena di vizi di forma e di sostanza. Ma soprattutto dipendono dal fatto che Lei oggi non vuole chiedere una revisione del parere nonostante a Roma si siano espressi favorevolmente al riguardo, dopo aver conosciuto i dati veri delle distanze e aver saputo com’era organizzata la squadra di professionisti per assistere il parto al Sant’Anna, informazioni fornite da noi e non da Lei.

Se quella donna e le altre donne che hanno partorito l’hanno fatto sulla strada, non dipende dalla mia candidatura, dipende dalla sua delibera di chiusura di tutti i Punti Nascita in Appennino emiliano, lasciandone aperti ben 10 sotto lo standard minimo nella pianura ricca di votanti.

Crediamo che la medaglia della vergogna per la strumentalizzazione spetti a Lei e alla sua Giunta, perché chi ha compiuto scelte nell’ottica elettorale siete stati Voi.

Se vuole essere credibile mandi una richiesta di revisione del parere di deroga al Ministero senza aspettare riforme legislative che avevate promesso entro marzo, già ora la legge consente al Sant’Anna la deroga per condizioni orogeografiche difficili.

Ne va della sicurezza delle donne e dei bambini della montagna e ne va anche della responsabilità dei valorosi operatori sanitari che debbono improvvisarsi ginecologi ed ostetrici per coprire il buco che ha creato Lei.

(Nadia Vassallo - Candidata Sindaco lista Castelnovo ne' Cuori e Portavoce Comitato Salviamo le Cicogne di Montagna)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48