Canossa terra e tavola: genealogia di un successo. Le immagini

In silenzio c'è una manifestazione, iniziata non troppi anni fa, che si è ritagliata una sua piccola attesa e successo in quel di Ciano. L’ottava festa dell’agricoltura (organizzata dal Comune di Canossa, dalla Nuova pro loco di Ciano d’Enza e da ‘Il contadino d’appennino’, si rivela sempre più un momento clou della primavera in Val d’Enza (e non solo), tanto che nemmeno la tempesta delle 17 (con acqua e grandine) è riuscita a fermare espositori e visitatori.

Canossa terra e tavola che, la scorsa domenica, ha messo in scena l’inaugurazione del ‘Museo del ‘900, la casa, il lavoro, la terra’ vicino alla stazione, la sempre più partecipata sfilata dei trattori (7° memorial Azio Gombi), la mostra di cartine d’agrumi di Aldo Vecchi, i quadri di Guido Possentini, i convegni (Luca Lombroso e Stefano Pescarmona), la cotture della forma di Parmigiano Reggiano a cura della latteria di Selvapiana, il torneo della Val d’Enza dei ciccioli,  le cestaie e gli altri artigiani, i modellini di trattori di Enzo Campani e quelli di Ivo Caselli, le ‘vetrine di una volta’ sparse per il paese, i laboratori. Il risultato? Una piazza piena di visitatori che si accalcavano intorno alle bancarelle del mercato contadino a totale produzione propria, con la consueta collaborazione tra associazioni, gruppi ed enti diversi.

Innumerevoli sono quindi i momenti e gli spunti che rimarranno nel cuore e nella memoria di ‘Canossa terra e tavola’, edizione 2019. (G.D.)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48