Supponiamo che Sassi preveda di perdere visto che non ha ancora rassegnato le dimissioni da Presidente? La domanda dell’avvocato Erbanni

Riceviamo e pubblichiamo.
----

Siamo al rusch finale e Villa Minozzo è più che mai viva per queste elezioni comunali.

L'avvocato Daniele Erbanni

Al confronto due liste. Quella di Massimiliano Coloretti, commercialista, candidato Sindaco con “Un Avvenire per Villa Minozzo” e dall’altra parte quella del Sig. Ivo Sassi ex comandante della Polizia Municipale e oggi presidente della locale Croce Verde.

Entrambe le liste sono espressione di persone che rappresentano, per provenienza, le tante zone che Villa Minozzo abbraccia. Oggi a parlare è un esponente della lista di Coloretti, l'avvocato Daniele Erbanni, con studio (anche) in Villa Minozzo, già consigliere provinciale con Lega e Centro Destra: “Un Avvenire per Villa Minozzo”, sottolinea Erbanni, è una autentica lista civica, espressione di molteplici esperienze e provenienze politiche, dal centro destra al centro sinistra, unite con lo scopo di dare un futuro roseo a Villa Minozzo. Traspare l'identità tipica della montagna reggiana che si riconosce nei valori tradizionali, cristiani, di ospitalità, di collaborazione, di rispetto, di amore per la propria terra. Oggi la montagna è debole, anche perché divisa: ogni comune fa per sé. È l’unione nel pensare, nel programmare e nell’agire che fa la forza. La montagna pesa se siede unita ai tavoli provinciali e regionali della sanità, dei lavori pubblici, della scuola, dei trasporti, dell’economia, del turismo e dell’ambiente. Così ogni comune, in primis Villa Minozzo, può trarre concreti benefici. Sono tante e concrete le idee che la nostra lista vuole offrire ai cittadini di Villa Minozzo. Stiamo incontrando tutti casa per casa. Quel che ci preme di più è il contatto diretto con la gente”.

Sulla lista avversaria l’avvocato Erbanni è sintetico, ma molto esplicito: “Il sig. Sassi è il presidente della Croce Verde locale e considerando che Comune di Villa, Ministero del Lavoro, Asl, Unione dei Comuni dell'Appennino Reggiano e Fondazione Manodori, erogano alla Croce Verde di Villa Minozzo oltre 450.000 Euro (anno 2018), dobbiamo supporre che il sig. Sassi preveda di perdere queste elezioni, visto che non ha ancora rassegnato le dimissioni dal suo incarico di Presidente. Dimissioni che con la candidatura a Sindaco sarebbero state quantomeno gesto di eleganza, ma che in caso di sua elezione sarebbero invece d’obbligo. Di certo non c’è molto garbo nello spendere la notorietà raccolta in Croce Verde per raccogliere voti. Quella della Croce Verde è una divisa importante, che non andrebbe mescolata con la politica”.

(Daniele Erbanni - Candidato per la Lega nella lista Un Avvenire per Villa Minozzo)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

16 Commenti

  1. Gent. Avv. Erbanni nella sua lista su 12 candidati ne figurano 8 che non risiedono a Villa Minozzo, e sulla millantata capacità di amministrare, dichiarata dal suo capolista, mi risulta che nessuno dei candidati della vostra lista civica abbia mai avuto esperienze dirette di governo di una amministrazione locale. O sbaglio?
    preferisco un sindaco che sia presente in comune 6 giorni su 7 e che abbia dato la disponibilità a questo servizio, di un candidato che Abita a Reggio Emilia, fa il libero professionista a Reggio Emilia e che potrà dedicare forse il sabato mattina alle questioni comunali.
    In fine, la prego di lasciare fuori la Croce Verde dalla questione politica visto che è una ONLUS al servizio di tutta la popolazione, a meno che non le rimanga che questo appiglio per poter provare a mettere in discussione la figura del candidato sindaco della lista opposta. Cosa che onestamente mi pare di bassissimo livello.

    Cittadino di Villa Minozzo

    Rispondi
  2. L’avvocato Erbanni ha aperto il suo studio legale con Vinci a Villa Minozzo un mese fa… Guarda caso. Sassi sono 40 anni che spende per Villa Minozzo e la sua gente. Avete una lista di destra fatta per il 50 x cento, candidato sindaco compreso, di gente che vive in città e viene a Villa Minozzo a fare il villeggiante benestante.
    Non ci faremo dire da voi come vivere qui. La lista Sassi è fatta di gente che vive, lavora e ha investito a Villa Minozzo.
    La Croce Verde andrà avanti con un altro presidente a tempo dovuto.
    Voi non avete fatto campagna elettorale su un programma ma solo denigrando gli altri. Guardate in casa vostra. Coloretti in molti anni da consigliere non ha mai fatto nulla per Villa, se non polemica.
    Sassi avanti tutta.

    Deborah

    Rispondi
  3. Salve a tutti ho letto il commento che scrive il cittadino di Villa Minozzo, forse l’unica cosa che non è veramente competente e forse l’altra lista. E il sindaco non ha bisogno di essere presente sempre, ma è importante che lavori con la competenza e la voglia di cambiare il tracollo del comune, quello che avverrà, se non sarà Il Sig. COLORETTI Massimiliano il sindaco, e quando si commenta il nome alla fine della frase e importante, tanto non succede niente in democrazia, se questa lo è, saluti.

    Fiocchi Massimo

    Rispondi
  4. Trovo quantomeno contraddittorio, se non addirittura ridicolo, che chi si espone come consigliere regionale della Lega (prima Nord perché il nemico erano i meridionali, oggi solo Lega perché i nuovi nemici sono gli immigrati irregolari, che al contrario dei meridionali non votano), vaneggi di “valori tradizionali, cristiani, di ospitalità”. Oltre ad esibire crocefissi e rosari come fossero feticci, e ridurre la religione a mera ipocrita superstizione, ci tengo a sottolineare che questi signori con i valori cattolici hanno ben poco a che fare. Non credo ci sia bisogno di ricordare a tutti i cattolici (quelli veri) quello che dice il Papa quasi ogni giorno, a proposito di accoglienza, immigrazione ed aiuto nei confronti dei più deboli, regolari o irregolari che siano. A ognuno, poi, le proprie conclusioni.

    Andrea

    Rispondi
  5. Noto con piacere che la vostra lista non ha un programma elettorale ma continua ad andare avanti con le chiacchiere da bar più basse per essere eletti spero che la popolazione di Villa ci penso a modo prima di mettere la croce sul vostro simbolo

    Un cittadino di Villa Minozzo

    Rispondi
  6. Aggiungerei al commento del mio concittadino qua sopra, che anche durante le assemblee nelle varie frazioni, bisognerebbe impegnarsi a illustrare il programma non a pensare a quello che fa la lista concorrente.

    Cittadino di Villa minozzo

    Rispondi
  7. Secondo me Sassi a Villa fa tanto lui di merita il ruolo di sindaco. Poi non mettere in mezzo le altre cose tipo associazione perché anche li Sassi ha fatto tutto di tasca sua ma cambiamo discorso. Forza Sassi siamo con lei

    Privata cittadino

    Rispondi
  8. Egregio Avv. Daniele Erbanni, colgo le sue parole scrivendo che non ci vedo nessun “GARBO” a prendere in citazione la suddetta P.A. Croce Verde per un “magro” riscontro politico verso la vostra lista elettorale.
    Le vorrei gentilmente ricordare che la Croce Villa Minozzo, è al servizio del cittadino e della salute, e non, ribadisco al servizio diffamatorio verso un altro candidato!
    Con altrettanta convinzione le ricordo che il suddetto candidato, Sassi Elio Ivo, da 25 anni in prima persona, costantemente ogni giorno, si è dedicato alla crescita della stessa a titolo volontario.
    Cosa che purtroppo non posso dire né di lei di lei, né del suo candidato sindaco, visto che non mi sembra di avervi mai visti a titolo di volontario a servizio del cittadino!
    Credo che comunque vadano le elezioni comunali, questa possa anche essere un’opportunità di dimostrare la sua e vostra dedizione alla popolazione di Villa Minozzo, magari già da lunedì venendo ad iscrivervi come volontari all’associazione!!!
    E magari perchè no?
    Visto che può essere, che il Sassi da lunedì potrebbe a suo dire “obbligatorie” dover dare le dimissioni, noi siamo aperti al dialogo e a una sua, o del suo capolista possibile candidatura a presidente.
    Salutandola ci tengo a ribadire che gentilmente la Croce Verde deve rimanere fuori dalla sua propaganda elettorale, non serve né a lei, né alla convivenza della comunità.
    Cordiali Saluti

    UN VOLONTARIO CROCE VERDE VILLA MINOZZO

    Rispondi
  9. Ci speravo in una conclusione per le amministrative locali, la conclusione tranquilla ma qualcuno non ci riesce. Mi dispiace visto che comunque ci conosciamo tutti. In riferimento alla Onlus citata, ritengo un commento fuori luogo. Ricordo e sappiamo tutti che la suddetta non è del signor Sassi, ma dei cittadini di Villa Minozzo e comprensorio, il lavoro di migliaia di giovani, uomini e donne che nei decenni si sono rimboccati le maniche con enormi sacrifici impegnando il proprio tempo libero. Certo c’è un’amministrazione con deleghe ed il signor Sassi con delega alla presidenza.

    Angelo Covili

    Rispondi
  10. Ammetto di aver avuto in questo periodo qualche dubbio sul voto legato al fatto che tutto il comune sà benissimo quale sia la lista vincete. E proprio per questo fatto volevo comunque “premiare” il coraggio di coloro i quali si son messi in discussione pur sapendo molto probabilmente l’esito negativo del voto. Ma devo ringraziare questo intervento molto intelligente dell’Avvocato per avermi fatto capire che se questa è la qualità dell’opposizione forse era meglio davvero che stavate fermi fin dal principio.

    Sergio

    Rispondi
  11. Quando uno non ha argomenti su cui lavorare, prova ad arrampicarsi sui vetri, se è una mosca rimane altrimenti scivola, impegnatevi per il sociale e la comunità come Sassi e poi ne parliamo… Forza Sassi

    Bledi

    Rispondi
  12. Come ho già fatto su Facebook, aggiungo inoltre che è di moda ormai utilizzare la Croce Verde per colpire Sassi e non ci si rende conto che quando chiama il 118 sono i volontari e le ambulanze ad uscire in emergenza in questo territorio vastissimo e non Sassi che ha messo in piedi una struttura invidiata da molti e che, per quanto possa risultare antipatico a molti, per Villa Minozzo e i suoi abitanti ha sempre fatto solo del bene.
    Ma cosa possono saperne persone che qui vengono quando a Reggio fa caldo o nei weekend e non ci vivono??!!
    Fare una campagna elettorale scorretta senza proposte concrete ma solo screditando l’avversario significa non avere nulla da dire e vi si ritorcerà contro come un boomerang.
    Mancano pochi giorni… Trovate altri argomenti
    Giuliana Volontaria Croce Verde Villa

    Rispondi
  13. Cara Giuliana, al di là delle campagna elettorale, se così si può definire, ha idea di cosa significhi conflitto di interesse? Si informi. Campagna scorretta? L’Avv. (che sinceramente non conosco) ha semplicemente evidenziato un’anomalia grossa come una casa. Saluti

    Un altro cittadino di Villa Minozzo

    Rispondi
    • Caro altro cittadino di Villa Minozzo, un leghista che si lamenta del conflitto di interessi, è come Totò Riina che si lamenta della mafia. Si ricorda con chi si è presentata la Lega in coalizione alle ultime elezioni nazionali? Detto questo, sono sicuro che Sassi, se sarà eletto, presenterà le dimissioni a tempo debito. Non vedo per quale motivo si debba dimettere prima. O forse, Coloretti vuole le dimissioni di Sassi in anticipo perché è lui ad essere sicuro di perdere? Propongo di modificare il titolo dell’articolo: “Supponiamo che Coloretti preveda di perdere, visto che chiede le dimissioni di Sassi da Presidente prime delle elezioni? La domanda dell’operaio Andrea”.

      Andrea

      Rispondi
  14. Buonasera letto la lettera mi viene una domanda,
    Caro avvocato ma facendo così ti sei bruciato con le tue stesse mani.
    Nella vita ci sono tanti modi di affrontare le cose, purtroppo non così come fa lei.
    È vero siamo in campagna elettorale e bisogna trovare tutti i modi per portare a casa i voti, il signor Sassi troverà il modo se andrà a fare il sindaco, come nella vostra lista.
    Ci saranno i 4 candidati per fare opposizione, in questo caso spero che ci siano il signor Coloretti capo lista insieme alla signorina Zobbi, il signor Malvolti e il quarto tra il signor Fiocchi o il signorino Gaspari, spero proprio che il suo nome non ci sia perché purtroppo non la conosco e a Villa Minozzo non l’ho mai vista.
    E spero tanto che o chi vada su, possa amministrare con le sue possibilità meglio di questi ultimi 5 anni infernali che purtroppo ci stanno facendo passare la voglia di avere una attività in montagna.
    Grazie in fede
    Donà William perché io mi firmo e ci metto la faccia.

    Rispondi
  15. La maggioranza ha sempre ragione, ma la ragione ha raramente la maggioranza alle elezioni.
    (Jean Mistler)

    Un cittadino del mondo

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48