What’s democracy? Speakeasy a cura di Alice Rivi

Prosegue la collaborazione fra il Liceo Linguistico “Cattaneo-Dall’Aglio” e Redacon.

“Speakeasy”, una rubrica curata dagli studenti.

-----

“What's democracy?"

This is a docufilm based on everyday issues and political theory. The aim is to discuss society matters which are supposed to be the basis for democracy.

This film was released on the 9th of june 2018 in the Usand it was directed by Astra Taylor, a Canadian-American documentary filmmaker.

 The film expresses different opinions on democracy, actually on what democracy should be.

Many people from very different parts of the world got their say, talked about personal experiences and their different backgrounds.

Our trip starts in Italy.

Allegoria del buon governo

I would start by talking about a really significant work of art in Siena, called ”The allegory of good and bad government”.

This huge fresco was painted in the late 1330s by the Italian master Ambrogio Lorenzetti. Even though this painting has a Medieval background, it mirrors our modern society.

We go back to the year 1287.

In the year 1287 citizens in Siena “went to polls” and it was decided that the citizens wanted oligarchy. Power was legally given to 9 people  who administered the city. Just 9 people who ruled the whole city. Just 9 rich and well-off people. A strange choice, a modern citizen would say, but actually it is not so different from our modern society.

There was also massive propaganda for this new arrangement, just like today, but instead of huge posters, they used frescos. And this is the brief and sad story of how Ambrogio Lorenzetti found himself doing that huge work of art (it is 296x1398cm for the Allegoria del Cattivo Governo and 296x770cm for the Allegoria del Buon Governo) in the year 1330.

Allegoria del cattivo governo

That masterpiece depicts, on one side, the consequences of bad government: famine, deaths and killings and on the other side the consequences of good government: richness, joy and so on. A really clear image of what society should and shouldn’t be.

We find here the seeds of capitalism, the seeds that are now growing almost everywhere, but how is that?

Well, the message is clear: if the administration of the city is ruled by a few capable people, well-being and richness will follow suit.

The question is “Richness for everyone?” the answer is “Also, maybe”.

But there comes another issue “What’s democracy?” do we really know it?

A dictionary  would spell out that democracy is “a system of government ruled  by the whole population or all the eligible members of a state, typically through elected representatives”. Usually we talk about parliamentary democracy, but it has not always worked like that. This political system has changed through the years.

To take an example we can go back to Greece, Athens, to the year 621 BC. After years and years of contrasts Athens decided that something should  be done. Aristocracy in the big polis was no more effective to guarantee security and so they reached an agreement, rule of the people! Well… It was not exactly “people” as we intend now, there were 10-20% citizens who voted. Those were Athenian MEN who accomplished military training (the efebia). To conclude, I would underline it meant a really small percentage of  people.

Thank goodness this political system has changed, and now since 1946 in Italy every man and woman over 18 years of age have been able to give their say in society.

Years and years have passed and we are now  coming to our modern society.

Greece

The political situation has changed so much that the Greeks (since 2010) are now asking themselves “Well, who rules now? “ and the answer goes like “ Not the people for sure” . Who would have allowed the downfall of a  nation for economic purposes?  In fact there is no “Who” but many “Whats”. These “Whats” are the markets. Democracy has simply drifted towards institutions, banks which are now handling the country with such a strong fist that it is not even breathing. Loads of loans have been asked for supporting the economy of the country but now there is not even the strength to repay them.

A terrible socio-economic crisis  left Greece completely worn out and helpless.  Anger and hatred are spread almost everywhere. But  this should make us reflect about it.

Since “Politics is the way of life”, if there’s no Politics because it has drifted towards Economy and Economy does not take care of people, well, what’s left?

23th october 2010, working class is responding to austerity measures.Greece. libcom.org

J. J. Rousseau

To conclude this article I would quote a really inspiring philosopher and a “lonely voice” of history, Jean-Jacques Rousseau:

“In the strict sense of the term, a true democracy has never existed”.

The quotation wants to underline that it’s quite difficult to create democracy out of non-democratic people, but it’s easy if people are oriented to govern themselves. How could it be done?

Through education and culture, through the cultivated knowledge that “Man is born free and everywhere he’s in chains”.

And furthermore after that, Politics is hard work and it starts from the people. (Jean-Jacques Rousseau)

Alice Rivi,VQ Liceo Linguistico Dall’Aglio

Traduzione

“Che cos'è la democrazia?”

Questo è un film documentario basato su problematiche attuali e sulla teoria politica. Lo scopo è quello di trattare alcune questioni sociali che dovrebbero essere la base della democrazia. Il film uscì il 9 giugno 2018 ed è diretto da Astra Taylor, una regista americana e canadese.

Il film esprime diverse opinioni riguardo la democrazia, in realtà su come dovrebbe essere la democrazia. Diverse persone, da paesi diversi del mondo hanno espresso il loro punto di vista, hanno parlato di esperienze personali e del contesto sociale dove sono cresciuti.

Il nostro viaggio parte in Italia.

Vorrei cominciare parlando di un'opera d'arte molto importante che si trova a Siena, chiamata "L'allegoria del buono e del cattivo governo".

Questo enorme affresco venne dipinto nel tardo 1330 dall'artista italiano Ambrogio Lorenzetti. Nonostante questo dipinto risalga al periodo medievale, esso rispecchia la nostra società attuale.

Facciamo  un passo indietro all'anno 1287.

Nell'anno 1287 i cittadini di Siena "andarono ai seggi a votare" e venne deciso che essi volevano l'oligarchia come sistema politico.

Il potere venne quindi conferito a 9 persone che amministravano la città. Solamente 9 persone che governavano l'intera città. Solamente 9 persone ricche e potenti. Potrebbe sembrare una strana scelta ad un cittadino moderno, ma in realtà non è molto diverso dal mondo in cui  viviamo oggi.

Venne fatta inoltre una grandissima propaganda a favore di questo nuovo sistema politico, proprio come avviene oggi, ma invece che grandi cartelloni, al tempo vennero eseguiti affreschi. E questa è la breve e triste storia di come Ambrogio Lorenzetti si trovò a dipingere una così grande e impegnativa opera d'arte nell'anno 1330. (Le sue dimensioni sono di 296x1398 cm per L'Allegoria del Cattivo Governo e 296x770 cm per l'Allegoria del Buon Governo). Quest'opera rappresenta, da una parte, le conseguenze del cattivo governo: carestia, morti e uccisioni e, dall'altra parte, le conseguenze del buon governo: ricchezza, gioia e così via. Una chiara immagine di come la società dovrebbe e non dovrebbe essere.

Qui troviamo i semi del capitalismo, i semi che al giorno d'oggi stanno crescendo quasi dappertutto, ma... come?

Beh, il messaggio è chiaro. Se l'amministrazione della città viene data in mano a poche  persone capaci, benessere e ricchezza arriveranno di conseguenza.

La domanda è la seguente: "Ricchezza per tutti?" la risposta è "Anche, forse".

Ma vi è un'altra questione: "Cos'è la democrazia?" lo sappiamo veramente?

Il dizionario definisce democrazia come:" un sistema di governo amministrato dalla maggior parte della popolazione oppure da tutti i membri qualificati all’interno di  uno stato, tipicamente eleggendo alcuni rappresentanti". Solitamente noi parliamo di democrazia parlamentare, ma non è sempre stata così. Il sistema politico  è cambiato negli anni.

Prendiamo la Grecia, ad esempio. Più precisamente Atene nell'anno 621 a.C.. Dopo anni e anni di contrasti, Atene decise che qualcosa avrebbe dovuto cambiare.

L'Aristocrazia nella grande polis era poco funzionale nel garantire sicurezza. Si giunse ad un accordo: comando al popolo! Beh.. Non è proprio "popolo" come lo intendiamo noi, vi era solamente un 10-20% della popolazione che poteva votare. Questi erano uomini ateniesi che avevano concluso l'addestramento militare (l'efebia). Per concludere, vorrei sottolineare che il popolo votante era composto da una piccolissima percentuale della popolazione.

Grazie a Dio questo sistema politico è cambiato molto, a partire dal 1946 (facendo riferimento all'Italia), qualsiasi uomo e donna di 18 anni ha potuto dare il suo contributo alla società.

Anni e anni sono passati e adesso stiamo arrivando alla società moderna.

La situazione politica è cambiata così tanto che i Greci (a partire dal 2010) si stanno chiedendo "Ma, chi ci governa adesso?" e la risposta è "Il popolo no di sicuro".

Chi avrebbe permesso la caduta di un'intera nazione per scopi economici? Infatti non vi è nessun "Chi", ma molti "Cosa". Questi "Cosa" sono i mercati. La democrazia è semplicemente slittata verso le istituzioni, le banche che adesso stanno tenendo il paese in una morsa così stretta che il paese non respira nemmeno. Moltissimi prestiti vennero richiesti per supportare l'economia del paese, ma adesso non si ha nemmeno la forza di ripagarli.

Una terribile crisi socio-economica ha lasciato la Grecia completamente esausta e in una situazione irrecuperabile. Odio e rabbia pervadono il paese. Ma questo dovrebbe farci riflettere. Dato che la politica rappresenta il modo di vivere all'interno di una società, se non vi è politica perché è stata inglobata dall'economia e l'economia a sua volta non si prende cura delle persone, beh, cosa è rimasto?

Alice Rivi

Per concludere questo articolo vorrei citare un filosofo fonte di grande ispirazione, una "voce solitaria" della storia, Jean-Jacques Rousseau.

"Nel vero senso della parola, una vera democrazia non è mai esistita".

La citazione vuole sottolineare che è molto difficile creare una democrazia tra le persone se queste sono antidemocratiche, ma è facile se queste vengono orientate all'auto-governo.

Come può accadere?

Tramite l'educazione e la cultura, tramite l'idea che:"l'uomo è nato libero e dappertutto è in catene".

E infine, La politica è un lavoro duro e parte sempre dalle persone. (Jean Jacques Rousseau)

Alice Rivi, VQ Liceo Linguistico Dall'Aglio

Le altre lezioni di inglese.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48