XXXII pellegrinaggio, a piedi, da Castelnovo ne’ Monti a San Pellegrino in Alpe

Venerdì 26 e sabato 27 luglio si ripropone il pellegrinaggio da Castelnovo ne’ Monti al santuario dei Santi Pellegrino e Bianco a San Pellegrino in Alpe, un bel cammino in cui condividere preghiera e fatica lungo i sentieri del nostro appennino.

Sarà il primo anno senza il Professor Beppe Regnani. La sua grande passione per la montagna e la sua fede lo portarono, oltre 30 anni fa, col consiglio spirituale di Don Gianni Manfredini, a riscoprire questo pellegrinaggio la cui storia si perde nel tempo. Da allora “nonno Beppe” è sempre stato il riferimento per questa ed altre iniziative di cammino e condivisione (ricordo quelle verso la Madonna delle Formiche a Gottano o alla chiesa di Mandra a Carpineti) proposte alla nostra comunità. Sarà quindi l’occasione per ricordarlo salendo i nostri meravigliosi monti cui era tanto affezionato.

Il “programma” prevede il ritrovo venerdì 26 verso le 6,00 alla Pieve di Castelnovo e, dopo la benedizione, la partenza verso il Pianello per poi risalire a Sologno per la colazione. Da qui si prende la strada forestale fino al Passo Cisa dove è previsto il pranzo al sacco.

La successiva salita al Bagioletto faciliterà la digestione per poi puntare alla vetta del Cusna. La preghiera in vetta  permetterà di prendere fiato in vista della discesa verso il Sasso del Morto (Febbio 2000). Al Passone avverrà l'incontro con quanti vorranno evitare la vetta del Cusna percorrendo il più agevole sentiero delle Veline, e con i giovani della zona pastorale di Bismantova (che anche quest’anno saranno in cammino verso S.Pellegrino, ma che partiranno un giorno prima) e si dirà tutti insieme  il Santo Rosario.

Il Rifugio della Bargetana accoglierà i pellegrini per la cena ed il pernottamento.

Sabato 27 sveglia di buonora per la colazione e ripresa del cammino verso Lama Lite. Per la Valle dei Porci si giungerà a Bocca di Massa, quindi la discesa verso il passo delle Forbici. Recitato il Padre Nostro si affronta la salita del Giovarello, Passo Radici e, infine, S. Pellegrino, dove si prevede di arrivare per le 12.00 in tempo per la messa al Santuario.

Al termine della messa, dietro il santuario, il pranzo al sacco come da tradizione.

Come sempre si percorrono facili sentieri, ma occorre un buon allenamento ed è doveroso ricordare che le variazioni a orari e percorsi sono normalissimi.

In chiesa si trovano gli elenchi per le iscrizioni da formalizzare con congruo anticipo.

E' un’occasione per stare insieme offerta anche a quanti vorranno salire a S.Pellegrino in auto per la messa comunitaria delle ore 12 di sabato e per il pranzo.

Ezio, Rino, Mauro

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48