Sei castelnovesi sul Camino di Santiago (da Porto)

Sono in sei e quattro  di essi erano nella giunta comunale castelnovese rinnovata da poco.

Marzia Sassi, Sabrina Fiori, Cristina Marconi, Luciano Francesconi, Silvio Bertucci e il sindaco Enrico Bini stanno percorrendo in questi giorni il Camino di Santiago sulla via portoghese.

Sono circa 300 chilometri lungo la costa atlantica, da Porto a Santiago de Compostela, da percorrere in una decina di giorni.

Li stiamo seguendo su facebook con tanta simpatia ed un po' di invidia.

Luciano Francesconi ci ha inviato alcune foto di un tramonto sull'Atlantico davvero bello.

Ma non mancano immagini che attestano la fatica del cammino.

Vi aspettiamo.

Buon cammino!

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Buen camino!

    Mario Ferrari

    Rispondi
  2. Complimenti, bravi, è un percorso spirituale che lascia il segno; nel passato veniva fatto per chiedere una grazia o perdono, ma oggi è fatto per i motivi più disparati, compreso quello di fare attività sportiva, resta il fatto che chi fa questo percorso generalmente è alla ricerca di qualcosa. Parlando di questo Sentiero ci tenevo ad informare tutti che nel percorso si passa a fianco di uno dei laghi più belli e più visitati della Spagna, il lago di Yesa formato dalla Diga di Embalse, una diga di 470 milioni di metri cubi d’acqua e proprio in questi giorni il governo Spagnolo ha finanziato, approvato e appaltato il raddoppio di questo invaso, le necessità idriche a causa dei cambiamenti climatici colpiscono anche la Spagna, il nuovo invaso supererà il miliardo di metri cubi. Ma per fare questo grande invaso sarà smontato e spostato un ponte storico Romanico dove si combattè una battaglia contro gli Arabi, un ponte protetto dall’Unesco; in Spagna raddoppiano gli invasi e spostano i ponti, a Vetto furono sospesi i lavori per non “affogare” le lontre; bel paese il nostro. Visto che il Gruppo va a Santiago spero si ricordino di chiedere la grazia che l’agricoltura di Reggio e Parma non abbia mai bisogno di acqua, perchè non so se le lontre ci aiuteranno.

    Franzini Lino

    Rispondi
    • Mitico Franzini, riuscirebbe a parlare della diga di Vetto anche in una discussione sulle ricette della zuppa inglese. Più acqua nell’invaso=migliore qualità dei lamponi e dell’acqua di rose=migliore qualità dell’alchermes=migliore zuppa inglese. Ovvio no?

      Andrea

      Rispondi
  3. Lino Franzoni ha fatto benissimo a far presente che lungo il cammino verso Santiago di Compostela vi è un lago artificiale e le caratteristiche di detta diga. Spero che essendoci una persona di grande cultura e di spessore che oltre che Pellegrino anche accidentalmente Sindaco di Castelnuovo Monti e presidente dell’unione dei comuni possa prendere visione e che il percorso verso Santiago possa portargli consiglio prezioso.

    Gianni

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48