L’alpinista Silvetti rinuncia alla scalata dell’Ama Dablan

Fabrizio Silvetti durante una sua spedizione

Fabrizio Silvetti, alpinista di Castelnovo ne' Monti, ha dovuto rinunciare alla sua utlima impresa, la scalata dell’Ama Dablan in Nepal, cima di 6.812 metri , a causa i alcuni problemi fisici. E’ lui stesso che in post sulla sua pagina Facebook scrive: «Da due giorni un'infezione intestinale mi ha un po' debilitato e ieri salire è stata una lotta contro giganti. Le mie condizioni non mi hanno permesso di andare oltre senza azzardare. Senza energia, fatichi a reagire, e i pensieri sono cavalli imbizzarriti. La notte al Campo 2 mi ha però permesso di guardare con serenità alla meraviglia che la vita in questi giorni in Nepal mi sta offrendo, e che una rinuncia non cancella».

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48