Giornata nazionale degli alberi, Carpineti in festa: gli alunni mettono a dimora le piantine

Bambine e bambini dell’Istituto scolastico di Carpineti si sono oggi ritrovati al “Parco dei frutti perduti” per celebrare anche quest’anno la Festa nazionale degli alberi.

Una festa vera e propria, con tanto di messa a dimora di giovanissime piantine ed esercizio pratico di potatura eseguito dalle espertissime mani di Vasco Guidetti ed Enrico Pisani mentre gli aspetti tecnico-agrari sono stati illustrati dagli specialisti Paolo Pigoni, Marco Picciati e dal sindaco, Tiziano Borghi (presidente, tra l’altro, del collegio provinciale Agrotecnici). Gli alunni carpinetani, equipaggiati con stivali e gambaletti, hanno inoltre potuto osservare le particolarità e le ragioni della pratica dell’innesto, nonché le peculiarità dei frutti presenti in natura tra cui l’antichissimo cotogno ed hanno anche potuto sporcarsi le mani di terra.

Monsignor Guiscardo Mercati, in un breve saluto, ha ricordato l’importanza del rispetto dell’ambiente, di un creato che occorre difendere e valorizzare. "La piantumazione, la coltivazione e la cura degl’alberi sono un bellissimo esempio di una vita che si rinnova" ha detto il sacerdote.

Alla presenza delle autorità militari e della Protezione civile, la festa è dunque proseguita al Parco Matilde per uno spuntino preparato dai genitori ed alcune considerazioni sugli elaborati prodotti dagli alunni carpinetani. In particolare sono stati esposti modelli interessantissimi raffiguranti il recupero ed il riuso dei rifiuti; gli effetti dannosi provocati dall’abbandono delle plastiche ed altri materiali; la tossicità di talune sostanze climalteranti rilasciate in atmosfera.

"Carpineti - hanno detto il sindaco Tiziano Borghi e l’assessore alla Scuola Roberto Lugli in chiusura della partecipata festa che ha visto il contributo di Iren -, è in grado di offrire un patrimonio ambientale di primissima qualità. Grazie all’iniziativa di alcuni gruppi di volontari locali sono stati recentemente ripuliti e ripristinati circa 200 chilometri di sentieri, oggi consegnati alla concreta disponibilità di coloro che desiderano beneficiarne. “Itinerari di grande interesse paesaggistico che permettono di riscoprire luoghi di grande pregio ambientale” hanno concluso gli amministratori carpinetani esortando alunni, insegnanti e familiari a percorrerli.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48