Castelnovo, limite dei 30 km/h in zona “Rovina”

In seguito a una delibera del Comune di Castelnovo ne' Monti cambia il limite di velocità in zona "Rovina", vicino alle scuole in via Roma. “Il 7 gennaio - racconta Umberto Gianferrari, cittadino facente parte della commissione fragilità- è stato deciso dall’ufficio tecnico del Paese di abbassare il limite di velocità ai 30 Km/h in un tratto di strada molto pericoloso perché vicino alle scuole e abitato da alcuni cittadini con difficoltà a deambulare". I cartelli sono già stati modificati e i primi posti di blocco sono iniziati.  E ai trasgressori verrà contestata  la velocità pericolosa alla guida.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.




4 Commenti

  1. Mi collego con questa notizia per segnalare che nonostante gli incontri ottenuti con il Sindaco Bini e le promesse fatte a seguito del colloquio intercorso, in via Franceschini in pieno centro non esiste il limite dei 30 e mancano i rallentatori.
    Il pericolo è reale perché ci sono personaggi che sfrecciano nella parte rettilinea a alta velocità con conseguente rischio per i pedoni che sono in transito, specie in estate dove diventa via di passeggiata.

    Tsugumori

    Rispondi
  2. Il problema di via Roma a Rovina sono i marciapiedi di larghezza non adeguata, lato opposto al bar e le auto parcheggiate che restringono pericolosamente la carreggiata. Tutta Castelnovo Monti ha una pessima accessibilità e sicurezza per i cittadini con disabilità. Due mesi fa fa ho proposto al sindaco Enrico Bini e al capogruppo di maggioranza Dr. Carlo Boni, di scendere in strada su una sedia a rotelle per una settimana, accompagnati da una signora che da anni si sposta su una sedia a rotelle. Esperimento già fatto in alcuni comuni lombardi. Sarebbe stato il modo migliore di capire le difficoltà di chi non può muoversi liberamente, partendo dai parcheggi per disabili, spesso collocati in posizioni infelici, in salita, con spazi occupati da ostacoli oppure già occupati da incivili. Marciapiedi stretti, sconnessi, pericolosi, con attraversamenti pedonali bloccati da alti cordoli ecc. Lo avete visto il sindaco Enrico Bini su una sedia a rotelle, assieme al responsabile viabilità, all’assessore Giorgio Severi competente per i lavori pubblici …? Io no.

    Alessandro Davoli

    Rispondi
  3. Credo che l’idea degli amministratori in carrozzella per un giorno, sarebbe da applicarsi in tutti i comuni. Voglio ribadire che il mio sostegno della iniziativa a Rovina, nasce lo stesso (anche) dalla difficoltà di deambulazione di alcuni abitanti della zona. Ottima quindi l’idea di provare gli amministratori in carrozzella, ma anche contattare coloro che hanno problemi di deambulazione, non è male…..

    Umberto

    Rispondi
  4. Se il motivo della riduzione del limite di velocità fosse quello detto, la decisione sarebbe ottima.
    Mi chiedo però nelle altre strade del comune con asfalti a dir poco sconnessi, le persone con difficoltà motorie come fanno a muoversi in sicurezza ?
    Per una minima idea consiglio una passeggiata in via Croce a partire dal macello Boni , fino all’incrocio per Pietradura.
    Grazie

    Croci Enrico

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48