I consigli dei Pediatri di Famiglia: “importante non trascurare la situazione pediatrica. Facciamoli sentire coinvolti””

I Pediatri di Famiglia dell'Ausl di Reggio Emilia, in queste settimane di epidemia, ribadiscono l'importanza della prevenzione e del monitoraggio dei più piccoli. "E' molto importante che anche i bambini seguano tutte le misure di prevenzione e igiene consigliate dalle autorità sanitarie, soprattutto perché possibile veicolo d'infezione agli adulti e soprattutto ai nonni".

Per le famiglie

I consigli alle famiglie sono quelli ribaditi più volte dal Ministero della Salute e dagli organi di Stato in queste settimane: non spostare i bambini da una casa all'altra (anche in caso di genitori separati), restare a casa limitandosi alle uscite su balconi, terrazze e cortili non condominiali e lavarsi spesso le mani per almeno un minuto cantando "Tanti auguri a te".

Ulteriori precauzioni sono quelle di tenere sempre puliti e disinfettati gli apparecchi elettronici con cui si sta maggiormente a contatto (smartphone, Pc, telecomandi e joystick) e le superfici dove il bambino gioca o studia. Inoltre, evitare di far assumere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che non siano prescritti dal medico.

Se il bambino avesse la febbre somministrate paracetamolo e avvertite al telefono il vostro pediatra, senza recarvi al suo studio né tanto meno al pronto soccorso. Seguite, infine, un'alimentazione sana e varia, moderando i dolci, mangiando  frutta e verdura di stagione e bevendo molta acqua.

Come spiegare ai bambini la situazione

"E' estremamente importante spiegare ai bambini ciò che sta avvenendo intorno a loro, sempre in modo adeguato alla loro sensibilità e maturità - spiegano i Pediatri di Famiglia. Il non ricevere spiegazioni dagli adulti in un contesto di tensione ben percepibile rischia infatti di generare un’ansia ancora maggiore rispetto a quella che può generare una consapevolezza ben gestita"

Alcuni accorgimenti possono aiutare a vivere questo momento particolare in modo più sereno: spiegate loro che i medici e gli infermieri stanno lavorando tanto e molto duramente, che i farmacisti e il personale dei negozi devono lavorare per garantire i generi di prima necessità a tutti noi e che i poliziotti, i carabinieri e i vigili sono in prima linea per far rispettare le misure di sicurezza.

Fateli sentire coinvolti in modo attivo in questa battaglia contro il diffondersi del contagio, dove tutti possiamo dare una mano: facciamo in modo che i bambini si lavino e si vestano ogni giorno come se andassero a scuola, in modo da fargli capire che restare a casa non è una vacanza, ma è necessario per il bene di tutti.

Attività da fare insieme

Di seguito i Pediatri di Famiglia della provincia di Reggio Emilia consigliano alcune attività da fare insieme ai più piccoli - "E' importante che gli adulti mostrino interesse per ciò che i bambini realizzano. Invitate i vostri figli al disegno libero, ciò che vedi dalla finestra, la tua casa, la tua famiglia, come sei tu adesso, una cosa bella. Fate giochi di movimento come ballare, saltare, fare esercizio fisico o ancora ascoltare la musica e leggere insieme.

A questo proposito le  biblioteche hanno messo a disposizione i loro libri on line e fanno molte proposte di lettura: qui il seguente link per collegarsi al sito di Emilia Digital Library, procedere all'iscrizione e seguire le istruzione per registrarsi al prestito (seguire quelle della propria provincia).

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48