Lettera di ringraziamento ai nostri “angeli a domicilio”: gli infermieri che si occupano degli ammalati del territorio

Riceviamo e pubblichiamo

-

La testimonianza di chi, in questo periodo di crisi, ha riscoperto la bontà negli altri. Di chi Questa lettera di ringraziamento e profonda riconoscenza è dedicata a tutti coloro che aiutano senza nessun tornaconto, che fanno le cose nel modo migliore, semplicemente perché è la cosa giusta da fare.

"Sono Paolo, un residente del comune di Ventasso, sono un ammalato oncologico con necessità di medicazioni e prelievi del sangue settimanali. Credo nell'esistenza degli angeli custodi che il buon Dio ci dà per accompagnarci e proteggerci ma ignoravo una "nuova" categoria, gli angeli a domicilio. Sono le infermiere che operano nel nostro territorio e che, con la loro professionalità unita alla loro grande umanità, svolgono la loro "missione" nelle nostre case, al servizio di noi ammalati. Non mi stancherò mai di ringraziare queste persone e prego il Signore che le sostenga con la sua benedizione".

Paolo

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Complimenti Paolo per la sua bella testimonianza e un grande augurio di pronta guarigione.
    Pregherò per lei.

    Ivano Pioppi

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48