Coronavirus, la musica e l’arte non si fermano

Nonostante studenti e allievi, constretti a rimanere a casa a causa del Coronavirus,  la musica e il teatro si devono reinventare. Tutorial sui social, videolezioni, chat... Ogni idea per rimanere in contatto è buona.

Anche l'Istituto musicale "C.Merulo" di Castelnovo Monti è riuscita a garantire la continuità didattica ai propri studenti tramite lezioni a distanza affinchè la musica continui a essere protagonista nella vita dei ragazzi.

"Siamo stati tra i primi  - ci dicono - ad attrezzarci per poter portare la didattica dell’Istituto nelle case degli studenti e fin dai primi giorni dell'emergenza i nostri docenti hanno cominciato a fare lezione da casa. Un segnale per dire che, nonostante tutto, la musica non si ferma e, anche se lontani, questa deve essere presa come un’occasione per non far mancare il supporto dell’Istituto agli allievi e alle loro famiglie".

Inoltre la maggior parte dei teatri, a livello nazionale e non solo, ha pubblicato sui loro siti web numerosi speciali e video delle piéce in cartellonte per la stagione sospesa. I musei propongono visite virtuale per fare ammirare i loro capolavori. Numerosi concertisti si sono ritrovati, virtualmente, per suonare tra di loro tramite piattaforme social come Meet e Duo.

Nella speranza di poter vedere a breve cinema, teatri e biblioteche aperti un modo per restare vicini, ma lontani.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48