Home Homepage Weekend ecologico per i cacciatori: ripuliti alcuni luoghi storici di Carpineti

Weekend ecologico per i cacciatori: ripuliti alcuni luoghi storici di Carpineti

4
0
Emore Violi e Canovi Gianfranco di fronte al santuario di Mandra.

Weekend ecologico per i cacciatori carpinetani, che dismesse momentaneamente le doppiette, hanno imbracciato falce e rastrello per ripulire alcuni luoghi storici di Carpineti, gettonatissimi dal cosiddetto turismo di prossimità.

Coordinati da Gianfranco Campani, consigliere comunale con delega alla manutenzione delle strade, i cacciatori hanno messo nel mirino tutt'altro: ordine e pulizia di sentieri e carraie piuttosto che lepri, fagiani e caprioli.

In queste settimane, tantissima gente sta infatti scoprendo e riscoprendo le bellezze storico-naturalistiche del carpinetano, a un tiro di schioppo dalla città. Una di queste è proprio Mandra che, con il santuario che domina buona parte della Valle del Tresinaro, richiama alla memoria dei cultori della storia del diritto l’insigne giurista Jacopo (signore del posto e professore a cui si fa risalire la fondazione nel 1188 di una “università” a Reggio Emilia).

Lungo i viali principali di Pantano e Marola, sono state inoltre eseguite opere di controllo della vegetazione spontanea, con tanto di “spollonature” presso le aree picnic.

La qualità dell’ambiente e del territorio carpinetano si arricchisce anche quest'anno di un contributo importante, fatto di volontariato allo stato puro. Persone consapevoli del bisogno di preservare il corso e le dinamiche della natura, disponibili a rispettarla e ad accudirla e che l’Amministrazione comunale, ovviamente, ancora una volta ringrazia.

 

Articolo precedenteEsclusi dal traffico, rilanciano in maniera solidale. Regalando salumi a chi è in difficoltà
Articolo successivoCoronavirus, aggiornamento all’8 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.