Approvato il programma regionale di educazione alimentare: stop sprechi e prodotti bio nelle scuole

Via libera al programma regionale di orientamento dei consumi ed educazione alimentare 2020-2022 "dalla terra alla tavola". Conoscenza delle tradizioni e dell'agricoltura locale, riduzione dello spreco alimentare, sensibilizzazione al consumo di frutta e verdura e prodotti biologici nelle mense delle scuole.

La Commissione Politiche economiche, presieduta da Manuela Rontini, ha pianificato le azioni da mettere in campo per promuovere la conoscenza dell'agricoltura locale e di un'alimentazione consapevole: a partire dalla collaborazione con le fattorie didattiche, ai progetti nelle scuole per ridurre lo spreco alimentare e promuovere la dieta mediterranea, fino ai contributi ai Comuni per introdurre prodotti bio nelle mense e nella ristorazione collettiva.

"Condivido l'importanza di un consumo alimentare consapevole, a partire dalla conoscenza delle realtà agroalimentari del territorio"- ha sottolineato la presidente Rontini.

Qualche perplessità dalla Lega, come afferma Gabriele Delmonte: "Appoggio pienamente la lotta allo spreco alimentare, ma il programma non vede grandi novità rispetto al passato e servirebbe più attenzione alla comunicazione online. Sarebbe importante includere progetti riguardo alle tradizioni culinarie, proprio qui nella 'food valley', con le ricette storiche che hanno contraddistinto l'Emilia-Romagna e i suoi abitanti".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48