A Castelnovo ne’ Monti riaprono le aree gioco per i bambini nei parchi pubblici e si può ballare in coppia, ma solo tra conviventi

Riaprono anche le aree gioco per i bambini nei parchi pubblici di Castelnovo. Il tema è oggetto di un’apposita ordinanza emessa oggi, 18 giugno, dal Sindaco Enrico Bini.

L’ordinanza fa riferimento al Decreto del Presidente del Consiglio dell’11 giugno contenente ulteriori disposizioni per l’epidemia coronavirus e alle linee guida per le aree gioco dei bambini inserite nel Decreto regionale del 12 giugno, che prevede la riapertura di queste aree nei parchi pubblici adottando comunque prescrizioni e applicando norme comportamentali per il contenimento dell'emergenza epidemiologica.

“Riapriamo le aree gioco con le dovute attenzioni visto che, anche se i dati epidemiologici, in particolare in Emilia e nella nostra provincia, stanno migliorando, l’emergenza non può dirsi superata. Applicheremo quindi una serie di cautele, a partire dalla puntuale e continuativa sanificazione dei giochi presenti nei parchi, e chiediamo anche alle famiglie che li frequentano di attenersi ad una serie di indicazioni di base fondamentali, quali evitare i contatti ravvicinati e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, attendere o evitare di accedere al parco se il numero di persone già presenti non consente il mantenimento di questa distanza, evitare di recarsi al parco se si hanno sintomi di malessere quali febbre, tosse o raffreddore, sternutire in un fazzoletto e comunque coprendosi bocca e naso. È poi obbligatorio l’uso della mascherina per gli adulti e i bambini di età superiore ai 6 anni. Si tratta di norme semplici da seguire, ma fondamentali per il bene di tutti”.

Il Presidente della Regione ha autorizzato anche le attività del ballo all'aperto e del ballo di coppia, ma solo tra conviventi a partire dal 19 giugno.

Le modalità del controllo del rispetto della regola sono tutte da inventare, ma questo è il tempo in cui ci è dato di vivere!

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. mi dispiace dirlo, riaprire tutto sarebbe giusto,ma da parte della gente servirebbe tanta prudenza visto che purtroppo anche se c’è un po’ di bonaccia dopo la tempesta covid bisogna essere consapevoli che non ne siamo fuori, personalmente nutro molta paura e di sicuro i miei figli non li porterò al parco, purtroppo vedo comportamenti che non vanno bene in questo periodo: mascherine nel mento o nel gomito invece che in faccia, assembramenti vari, speriamo bene.

    anonimo

    Rispondi
    • Lei dovrebbe premettere se ha una attività commerciale, se è un libero professionista, se è un dipende pubblico o privato; se preferisce blocchiamo tutte le attività commerciali e restiamo chiusi in casa poi vediamo di cosa viviamo!

      L.C.

      Rispondi
  2. Concordo pienamente con il commento di anonimo…meglio vivere con poco che morire di covid e comunque non sono certo i comportamenti irresponsabili che ci faranno ripartire, il covid c’è ancora e nessuno è al sicuro finché non saremo vaccinati meglio ricordarselo sempre!

    MB

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48