Csi, via al Circuito podistico della Montagna… da casa

Si parte sabato 12 luglio: le tappe saranno cinque. Ogni podista dovrà scegliere un proprio percorso, ovunque egli desideri, ma non nel luogo della competizione, da eseguire sulle distanze e nel giorno previsti dal calendario, per poi inviare foto proprie, di tempi e i propri dati all’organizzazione.
Maria Azzolini: “E’ un modo per fare sport e tenere viva questa manifestazione”. Ai primi tre una pergamena via mail.
Amanti del podismo, si riparte! Dopo mesi di stop, è finalmente giunta l’ora di indossare scarpe da ginnastica, pantaloncini, canotta e orologio o satellitare che sia, con tanto di registrazione di tempi e percorsi, per tuffarsi di nuovo nell’avventura del Circuito podistico della Montagna.
Ebbene sì, malgrado inizialmente fosse stato cancellato, il CSI, con un’idea davvero creativa, ha ripristinato ben cinque tappe dell’amatissima competizione estiva. La differenza rispetto agli altri anni, al di là del fatto che ci saranno cinque gare e non sette, sarà l’impossibilità di correre sulle nostre splendide Montagne, nei tradizionali percorsi previsti dall’organizzazione.
Le norme anti-Covid, infatti, almeno per ora, restano piuttosto stringenti e per evitare problemi di qualunque natura, dai potenziali contagi ad eventuali sanzioni, ogni podista dovrà partecipare alla competizione prevista in calendario… da casa propria.
Ci spieghiamo meglio: basta scegliere una gara alla quale partecipare, anche senza iscriversi prima, un percorso di qualunque natura, ovunque si voglia, ma con lunghezze ben definite dal regolamento, per poi recarsi nel luogo scelto rigorosamente nel giorno della gara, al mattino o al pomeriggio, attivare il cronometro o il satellitare e correre.

All’arrivo l’atleta dovrà fotografare se stesso, il cronometro o il satellitare utilizzato, magari con l’indicazione precisa del percorso eseguito, per poi inviare il tutto, assieme a nome, cognome e data di nascita, ad atletica@csire.it, oppure via whatsapp al numero 3355356932 (Maria Azzolini). La partecipazione non richiede né iscrizioni preventive né tantomeno pagamenti, basta decidere, anche al mattino della gara, di “armarsi” e partire, purché al termine della prova, da consumarsi ovunque si voglia, vengano inviate foto e dati ai riferimenti appena citati.

Maria Azzolini e l’idea del Csi
“Il nostro obiettivo è quello di non far dimenticare il Circuito podistico della Montagna - ci spiega Maria Azzolini, organizzatore dell’iniziativa assieme al direttivo del Comitato provinciale Csi - Gli atleti correranno nel giorno definito dal calendario e dovranno percorrere le distanze previste, indipendentemente dal tragitto o dal dislivello, per poi mandarmi i dati al termine della prova via whatsapp o via posta elettronica: il tempo impiegato, magari con una foto, oltre a una loro immagine con l’aggiunta di nome, cognome e data di nascita, per consentirmi di redigere le classifiche divise per categoria. Più avanti, probabilmente in gennaio, se il Csi riuscirà a proporre di nuovo la tradizionale festa degli auguri, Covid permettendo, effettueremo le premiazioni ufficiali. Per la giornata della gara, invece, dopo aver ricevuto e analizzato tutto il materiale inviato dagli atleti, decideremo i primi tre classificati per ogni categoria e invieremo loro una pergamena ricordo. L’importante è che i partecipanti non pensino di fare i tragitti qui in Montagna, perché i consueti percorsi non sono né segnati, né tantomeno puliti e lo abbiamo fatto apposta proprio perché non vogliamo che le persone vengano a correre da sole in queste zone, evitando pericoli. Ognuno dovrà scegliere un percorso consono, in sicurezza, ovviamente sotto la propria responsabilità, senza andare però in gruppo. Attualmente non siamo nelle condizioni di fare nulla di diverso. La Fidal, ad esempio, ha ripresa a proporre regolarmente gli 800 metri di corsa, ma è solo una prima apertura: non sappiamo cosa succederà in luglio o agosto. Per questo motivo abbiamo pensato a questa soluzione”.
Le gare in programma
Il calendario delle cinque tappe è il seguente: 1^ prova, 14^ Camminata di Cinquecerri, distanza di 8 chilometri, in programma sabato 12 luglio; 2^ prova, 39^ Marcia dei due laghi di Casina, distanza di 13 chilometri, in programma domenica 19 luglio; 3^ prova, 30^ panoramica di Villa Minozzo, distanza di 8,6 chilometri, in programma domenica 2 agosto; 4^ prova, 10^ Camminata di Leguigno, distanza di 10 chilometri, in programma sabato 8 agosto; 5^ prova, 4^ camminata di Montefiorino, distanza di 8 chilometri, in programma domenica 16 agosto.
 Lorenzo Chierici
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48