A 60 anni da quel 7 luglio: Massimo Storchi ai Martedì alla Cantoniera di Casina

7 luglio 1960. A volte basta una data a dire la gravità dei fatti. Così il 7 luglio 1960 rimanda ai "Morti di Reggio" ai "fatti di Reggio Emilia", quando il fuoco della polizia sui manifestanti in sciopero lasciò sulla piazza 6 caduti:

Lauro Farioli (1938), operaio di 22 anni, orfano di padre, sposato e padre di un bambino; Ovidio Franchi (1941), operaio di 19 anni, il più giovane dei caduti; Marino Serri (1919), pastore di 41 anni; Afro Tondelli (1924), operaio di 36 anni; Emilio Reverberi (1921), operaio di 39 anni.

A 60 anni esatti dai “fatti di Reggio Emilia” Massimo Storchi ripercorre quell'estate drammatica ai Martedì con Gusto alla Cantoniera di Casina organizzati dal Comune e dai volontari del circolo Casa Cantoniera.

“Quelle vicende segnarono una svolta importante in un paese in via di profonda trasformazione. Il governo Tambroni (26 marzo-19 luglio 1960) rappresentò la crisi di un sistema politico non più adeguato alle necessità di un’Italia avviata ormai verso il boom economico. Nelle strade e piazze di tutta Italia, da Genova a Reggio, dalla Sicilia a Roma a quindici anni dalla fine della guerra l'antifascismo ritrova una sua unità, sotto la spinta di una nuova generazione di militanti” ricorda oggi lo storico reggiano Massimo Storchi.

L’approfondimento martedì 7 luglio alle 21 del Circolo Casa Cantoniera di Casina

L’incontro si svolgerà negli spazi all’aperto della Casa Cantoniera nel rispetto delle regole vigenti, con particolare riguardo al distanziamento sociale e alla sanificazione. I partecipanti sono invitati a indossare la mascherina, soprattutto al momento dell’ingresso. In caso di maltempo si accederà allo spazio coperto della stessa Cantoniera fino a esaurimento dei posti.

La rassegna continuerà tutta l’estate con sociologi, medici, storici, fisici, esperti del territori. Prossimi appuntamenti martedì 14 luglio con Nando Dalla Chiesa e Federica Cabras e il loro “Mafia Rossa”. Domenica 19 luglio alle 18 la rassegna si sposta, come da tradizione alla Corte di Monchio dei Ferri per "Vespro di poesia", con Lia Rossi, Emanuele Ferrari, Annusca Campani. Martedì 21 luglio si torna in Cantoniera con il dott. Michele De Luca in dialogo con il pubblico.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy





Powered by WordPress | Officina48