Scuola, studenti in quarantena: smart working o congedo straordinario per genitori con figli under 14

La seconda settimana dall'inizio delle scuole e sono già alcuni i casi di positività riscontrati in provincia, dagli asili ai licei. La positività di anche solo uno studente porta all'isolamento dell'intera classe, con l'ulteriore problematica per il genitore con il figlio minorenne di doversi assentare da lavoro.

Rosamaria Papaleo

Da ora fino al 31 dicembre un genitore lavoratore potrà attivare lo smart working per tutto (o in parte) il periodo di quarantena del figlio under 14, a seguito di contatto verificatosi nella scuola. Lo ricorda la Cisl Emilia Centrale per voce della segretaria Rosamaria Papaleo, che precisa: "Se la prestazione lavorativa non può essere svolta in modalità agile, uno dei due genitori potrà optare per un congedo straordinario retribuito al 50 per cento".

La quarantena del figlio dovrà essere disposta dal Dipartimento di prevenzione della Asl territorialmente competente a seguito di contatto verificatosi all’interno del plesso scolastico. Inoltre, Papaleo aggiunge "per i giorni in cui un genitore fruisce di una delle predette misure, ovvero svolge anche ad altro titolo l’attività di lavoro in modalità agile o comunque non svolge alcuna attività lavorativa, l’altro genitore non può fruire di alcuna di queste misure. Tali benefici sono riconosciuti per periodi compresi entro il 31 dicembre 2020, nel limite di spesa nazionale di 50 milioni di euro".

Infine, per garantire la sostituzione del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario delle istituzioni scolastiche che usufruisce delle predette misure di sostegno alla genitorialità, viene autorizzata la spesa di 1,5 milioni di euro.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. “un genitore lavoratore”….dipendente.
    E le partite IVA? Ce lo ricordiamo solo quando c’è da pagare le tasse?
    Ricordo che oltre il 90% delle imprese italiane sono piccole o micro-imprese ed anche i loro titolari/imprenditori sono genitori
    (Luk)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48