Toano, un positivo al Coronavirus nella scuola. Tutte le misure in atto

Andare a scuola ai tempi del Coronavirus e come gestire con immediatezza i casi di positività.

Accade a Toano, presso l’Istituto comprensivo U. Foscolo, dove dinanzi all’insorgenza di un caso di contagio da Coronavirus  – il primo nella scuola di cui veniamo a conoscenza in Appennino - sono state intraprese tutte le misure necessarie per il contenimento della malattia e dove, fortunatamente, le lezioni proseguono, solo con l’irrigidimento di controlli e prevenzione.

La segnalazione di un caso di positività all’interno dell’istituto ha portato la scuola, di concerto con il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Asl, a comunicare l’accaduto, domenica 18 ottobre, alle famiglie (oltre che ai docenti e al personale Ata).

Già da lunedì avviati meeting dedicati.

Nella comunicazione della preside Elena Ferrari, indirizzata a tutti i genitori della scuola, si comunica che tutti coloro i quali sono venuti a contatto con la persona positiva nelle precedenti 48 ore, saranno sottoposti a tampone da parte dell’Asl. Obbligatorio per tutti l’uso della mascherina anche in condizioni statiche, fino alla fine della sorveglianza sanitaria.

Quindi la stessa preside  si è messa a disposizione delle famiglie per ulteriori chiarimenti. Proprio mentre la contattiamo è impegnata in una riunione online con i genitori.

“La comunicazione in questi casi è fondamentale – spiega a Redacon la dirigente Ferrari -: la situazione di emergenza ci sta mettendo a dura prova, è importante che la scuola sia al fianco delle famiglie per dare comunicazioni chiare e trasparenti, senza alimentare la paura, seguendo le indicazioni del Dipartimento di Sanità Pubblica. La nota informativa dell’Asl è arrivata di domenica, la scuola si è attivata immediatamente per raggiungere le famiglie e dare l’informazione in modo tempestivo.  Abbiamo la fortuna enorme di poter frequentare la scuola in presenza. Dobbiamo avere fiducia nelle indicazioni degli organi competenti e rispettare le regole per continuare a vivere questo grande privilegio dello stare in classe”.

“Abbiamo fiducia nell’operato di Scuola e Asl – comunicano dall’Amministrazione comunale – pur non essendo ufficialmente informati della cosa, siamo sicuri che potrà essere gestita al meglio questa situazione nell’interesse di studenti, delle persone, ma anche dell’aspetto educativo che è un valore da preservare”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48