Mangia Trekking, monitoraggio dei sentieri nell’Appennino Tosco-Emiliano

Prosegue l’opera di promozione dei territori attraverso l’alpinismo lento dell’associazione Mangia Trekking, in collaborazione con gli Enti Parco e diversi Comuni. Oltre ai benefici psicofisici che si traggono dal passare del tempo all'aria aperta durante questo periodo di emergenza sanitaria, l'alpinismo lento permette di verificare lo stato dei sentieri, per poi suggerire o effettuare le necessarie attività di ripristino.

Durante le ultime uscite operative, prima che il governo dichiarasse Liguria e Toscana “zona arancione” da mercoledì, Mangia Trekking ha effettuato il monitoraggio di alcune vie sentieristiche dell’Appennino tosco emiliano e del Comune di Ventasso, rispettando il distanziamento e utilizzando i dispositivi di protezione individuale.

In questo periodo difficile, in cui siamo costretti a limitare i nostri contatti e spostamenti, l’associazione Mangia Trekking suggerisce a tutte le persone di effettuare piacevoli passeggiate che contribuiscono a rasserenare la mente e a mantenere un buon stato di salute fisica, pur rimanendo nei territori in cui è consentito muoversi.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48