Home Cronaca Valestra, la scomparsa di Rita Borghi a venti giorni dal marito. Il...

Valestra, la scomparsa di Rita Borghi a venti giorni dal marito. Il Covid l’ha portata via

3
8

È morta a 80 anni Rita Borghi, storica edicolante di Valestra, tre settimane dopo la scomparsa del marito Armando Ugoletti. I due gestivano una macelleria aperta negli anni '70 a Valestra di Carpineti e che tutt'ora prosegue con i figli, una delle principali realtà emiliane per la lavorazione e la vendita della carne di pecora.

Armando è deceduto il 1° novembre all'ospedale Sant'Anna di Castelnovo ne' Monti a causa dell'aggravarsi di una malattia con cui conviveva da tempo, nel momento in cui il resto della famiglia veniva messa in quarantena per alcuni casi di positività al Covid-19. Nessuno però presentava situazioni di particolare gravità.

La bara ha transitato sotto la finestra di casa e sostato qualche minuto per permettere alla famiglia, isolata a causa del Covid, di porgergli l'ultimo saluto prima della sepoltura. Poi le condizioni di Rita si sono aggravate ed è stata ricoverata prima all'ospedale di Guastalla e poi Scandiano, dov'è deceduta ieri mattina.

Rita Borghi lascia i figli Alberto e Oscar, i nipoti Nicola, Jessica, Alex, Alessia e Aurora, le nuore Rita e Jlenia e le sorelle. La data del funerale non è ancora stata formalizzata. Con la sua scomparsa e con quella di Armando, Valestra dice addio ad una parte importante della propria comunità, a due figure che grazie alle loro attività erano riferimenti noti per moltissimi abitanti.

I due si erano sposati nel 1960 e circa un decennio dopo hanno aperto la macelleria e l'edicola con articoli da regalo e da cartoleria, a poche decine di metri di distanza l'uno dall'altro. Oltre a occuparsi dell'edicola, Rita ha sempre collaborato con il marito nella gestione della macelleria. Insieme decisero di aprire due punti vendita, a Marola e a Cavola, ed era stata proprio lei a insistere perché nella macelleria si vendessero le barzigole, le fettine di carne di pecora conciate da cucinare alla piastra e alla griglia. "Nostro padre non poteva stare senza nostra madre - afferma il figlio Oscar - così lei l’ha seguito dopo pochi giorni. Ci consola il fatto che riposeranno insieme".

 

Articolo precedenteDiga di Vetto, la risoluzione di Rete Civica: “si riprenda al più presto la realizzazione di invasi nelle zone montane”
Articolo successivoFiocchi bianchi in Appennino, da domani crollano le temperature

8 Commenti

  1. Caro Oscar, non ci sono parole in un momento come questo, quando si perdono i genitori se ne va una parte di te.
    Le mie più sentite condoglianze a te e ai tuoi famigliari.

    Ivano Pioppi

  2. No, non ci posso credere…che tristezza….Rita e Armando due care persone. Ti abbraccio Oscar insieme a Ilenia e alle tue figlie, Condoglianze sincere a tutta la famiglia, Rita fai buon viaggio, vicino ad Armando riposerai in pace.

    Mgrazia Colombari e Carlini Francesco

  3. Caro Oscar hai ragione te la mamma ha voluto raggiungere il papa’ sapendo che ha sempre bisogno di lei riposa in pace Rita tante condoglianze Claudio Beatrice e famiglia

    Tagliani Claudio

  4. 20.11.2020
    Ad Alberto ed Oscar e loro famiglie, esprimo tutto il mio cordoglio per l’ulteriore, grave lutto che li ha colpiti.
    Antonella Giglioli e famiglia.

    Antonella Giglioli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.