I cacciatori di Collagna: “Non abbiamo fatto cene dopo il 14 ottobre, ad oggi siamo tutti guariti”

In merito all'articolo pubblicato stamane, riceviamo e pubblichiamo.

___

Buongiorno, vorremmo intervenire per precisare e puntualizzare alcune cose a proposito di quanto scritto da redacon in merito al focolaio covid causato dai Cacciatori del comune Ventasso.

Nella nostra squadra di caccia Alta val Secchia abbiamo avuto tra fine ottobre e primi di novembre, 5 persone positive al corona virus che immediatamente si sono messi in isolamento domiciliare e sono state seguite dal sevizio di igiene pubblica.
Visto questo, per tutelare noi stessi, le nostre famiglie e le nostre comunità, abbiamo deciso autonomamente di sospendere le battute di caccia in data 4 novembre e ad oggi non abbiamo ancora ripreso.
Vogliamo inoltre smentire che vi siano state cene alla casa di caccia dopo le disposizioni ricevute dalla Atc - il 14 ottobre ndr -  e dalla Regione che appunto le vietavano.
Ad oggi tutti i nostri associati fortunatamente sono guariti e hanno ottenuto il certificato di fine isolamento.
Pertanto vorremmo invitare chi diffonde notizie diverse, di informarsi bene prima di accusare chi che sia!
Le chiacchere di paese, prima di essere diffuse e soprattutto pubblicate sui siti e giornali fino a diventare interrogazioni da consiglio comunale, andrebbero verificate. Di problemi questo virus ne sta già creando molti pertanto invitiamo tutti a lavorare e collaborare per risolverli evitando inutili polemiche.
Vorremmo concludere con una frase del giornalista Bruno Modugno recentemente scomparso: "se siete incensurati potete andare a caccia se non lo siete, potete sedere in parlamento e fare le leggi contro la caccia"

Dino Giansoldati, il caposquadra Alta val Secchia Collagna

 

___

 

NOTA DELLA REDAZIONE: Non siamo soliti pubblicare chiacchiere da bar, ma notizie pur nella legittima tutela delle fonti. In questo caso una delle fonti era lo stesso consiglio comunale.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Onde evitare contagi, la prossima volta non invitate il virus a cena

    Cecco

    Rispondi
  2. Guardate bene che i contrari alla caccia sono tanti e per lo più incensurati.
    Oltre tutto visto il larghissimo appoggio che la caccia ha fra i banchi della lega, in cui gli scandali e le inchieste non mancano, l’ultima frase se la poteva proprio risparmiare.

    AG

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48