Baiso, un Natale da favola

Riceviamo e pubblichiamo

-

Nel comune dei caratteristici calanchi si respira aria di Natale. Un'aria lieve, toccante, come quella di tantissimi anni fa, dove il senso del Natale era più vero, più intimo. E' un anno particolare che resterà scritto sui libri di storia e inciso nel vissuto di ognuno, ma questo Natale, che festeggeremo in casa e con pochissimi parenti e amici, non può passare inosservato e senza regalare emozioni.

Per questo Baiso ha voluto dare una pennellata di vera magia.
Sul piazzale del Centro civico è stato allestito dall'Avis un bellissimo presepe, a dimensioni naturali, che cattura subito l'attenzione di chi passeggia sulla strada principale. Non mancano neanche quest'anno le luminarie, gentilmente offerte dall'associazione commercianti e dalla Pro loco. Quest'ultima ha anche offerto alberelli di Natale, veri e illuminati, che sono stati posizionati davanti ai negozi e in punti strategici del paese. All'imbrunire l'impatto del paesaggio è davvero suggestivo.

Le sorprese per questo Natale, però, non sono finite. L'associazione Pro loco, nata nel 2018, ha voluto regalare emozioni ancora più forti. Un pensiero speciale è stato riservato ai bambini, coloro che più di tutti hanno bisogno della positività e magia di questo periodo. Per quattro serate, dal 16 al 19 dicembre, una grande slitta contornata di lucine colorate, con a bordo Babbo Natale e i suoi elfi, ha cavalcato strade tortuose raggiungendo il centro del paese, sospeso sulla cresta dei calanchi, e tutte le sue frazioni e borgate. Gli abitanti delle varie tappe di passaggio erano stati avvertiti del giorno e dell'ora, per cui "l' emozione dell'attesa era palpabile e non solo per i bambini", racconta una mamma.

La nebbia e il freddo non hanno intimidito l'equipaggio, che con melodie natalizie e saluti hanno richiamato le persone alle finestre e famiglie nei cortili. Le urla dei bambini e i loro volti stupiti e sorridenti hanno ricamato di gioia questi momenti che resteranno indelebili nella loro memoria. Qualcuno ha offerto un bicchiere per riscaldare elfi e Babbo Natale, qualcun altro, al volo, ha donato un pezzo di pizza.

"Un'esperienza toccante - afferma Ugoletti, vicepresidente dell'associazione. Quattro amici su una slitta trainata da un trattore possono fare tanto. E' più la gioia che ci siamo portati a casa di quella che abbiamo donato. Soprattutto in alcune tappe l'entusiasmo e l'accoglienza ci hanno fatto venire le lacrime agli occhi. Vogliamo davvero ringraziare tutti quanti".

La grande slitta ha scavalcato anche i confini del comune di Baiso, raggiungendo Valestra e la frazione di Montelago. Quattro sere di duro lavoro per elfi e Babbo Natale, che hanno fatto felici tutti, in particolare bambini, anziani soli e famiglie costrette in casa in quarantena.

Sempre a Baiso ha preso vita un'altra iniziativa, per porgere gli auguri a tutti: alcuni rappresentanti dei cori di San Cassiano- Levizzano, Baiso e Valestra si sono ritrovati per registrare un brevissimo video con alcuni canti natalizi che sono stati divulgati su Facebook, non potendo fare quest'anno concerti natalizi dal vivo.

Lucia Borghi

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48