Home Diocesi ne' Monti Il bollettino parrocchiale di Vetto ci ricorda la XXI Giornata di Raccolta...

Il bollettino parrocchiale di Vetto ci ricorda la XXI Giornata di Raccolta del Farmaco

6
0

Riceviamo e pubblichiamo

Foglio d’informazione e vita cristiana della Unità Pastorale di Vetto
(Parrocchie di Cola, Crovara, Gottano, Piagnolo e Vetto)
Vetto: tel. 0522 815556 – mail: [email protected]
Parroco: don Bogumil Krankowski tel. 3395657978 mail: [email protected]

Domenica 7 febbraio 2021
V domenica t. o. (anno b)

Riflessioni sul Vangelo
Nella seconda lettura di questa domenica Paolo pronuncia un’affermazione molto forte: «guai a me se non annuncio il Vangelo!» Per Paolo infatti la dimensione dell’annuncio è fondamentale, tanto che diventa una delle principali preoccupazioni del suo ministero apostolico. Il suo insegnamento ci ricorda che tutti i cristiani (non solo i preti) sono chiamati a predicare; la fede autenticamente vissuta è infatti una continua predicazione di chi è Cristo nella propria vita, attraverso le proprie azioni. Ma se Paolo riteneva la predicazione così centrale, è perché Gesù stesso predicava molto, come il brano del vangelo odierno spiega chiaramente; quello che importa a Marco non è tanto raccontare una semplice cronaca storica, ma offrire al lettore del suo Vangelo una vera e propria catechesi.

Dopo la predicazione nella sinagoga di cui abbiamo parlato domenica scorsa, Gesù si reca «nella casa di Simone e Andrea», dove viene informato dai discepoli che «la suocera di Simone era a letto con la febbre». È bello vedere che sono gli apostoli a intercedere per questa donna, dal momento che lei è debole, sofferente e non riesce a parlare direttamente con Gesù. Questo c’insegna che dobbiamo essere attenti a riconoscere la sofferenza degli altri e invocare Dio per loro. Ma la suocera di Pietro non rappresenta solo i sofferenti, ma anche la comunità raccolta nella Chiesa (la casa di Pietro), una comunità che si scopre malata, incapace all’azione e perciò bisognosa della misericordia di Dio. Questa misericordia non tarda ad arrivare: Gesù infatti si fa prossimo di questa donna «prendendola per mano», gesto che riassume tutta la tenerezza e la cura del Signore. Di questa donna viene poi detto che «la febbre la lasciò ed ella li serviva»: solo grazie al tocco salvifico di Gesù siamo capaci di riprendere la nostra missione di servizio verso Dio e verso i fratelli.

La grazia di Gesù non si estende solo alla suocera di Pietro, ma anche a tutti i malati e gli indemoniati della città, che lo tengono occupato fino al calare della sera (notiamo come Gesù «non permetteva ai demòni di parlare» perché a loro la predicazione era vietata, per i motivi illustrati domenica scorsa). Ma il ministero di Gesù non è solo servizio; «al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava». Due sono le ragioni che spingono Cristo a ritirarsi in solitudine: il primo è la consapevolezza dell’importanza di mantenere un legame stretto con il Padre, senza il quale il servizio perde il suo senso più profondo; il secondo è la volontà di evitare di rendere l’opera svolta un motivo di vanto per sé stesso. Gesù sa bene che molti, fraintendendo il suo ministero, lo vorrebbero rendere un re terreno; per questo, quando gli apostoli lo informano che gli abitanti della città desiderano che torni («Tutti ti cercano!»), egli rifiuta la possibile gloria per continuare la sua predicazione («Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!»). Anche noi dobbiamo imparare a mantenere ben presente l’incarico che Dio ci ha affidato, senza farci ammaliare dagli effimeri onori terreni che potremmo ricevere; ma potremo essere in grado di farlo solo attraverso la preghiera, un costante e sincero dialogo con il Padre.


Mercoledì 10 febbraio, dalle 16.00 alle 17.00
si svolgerà, in comunione con tutte le comunità provinciali e nazionali, l’Adorazione Eucaristica “Invece un Samaritano” per ringraziare Dio Padre del dono dei medici, infermieri e tutti i curanti che si si mettono a servizio con premura e professionalità delle persone fragili e ammalate.
Vedi il sito: https://salute.chiesacattolica.it/preghiera-di-ringraziamento-a-dio-per-i-curanti/

 

Mercoledì 10 febbraio - Ore 17 - Consiglio pastorale dell’ Unita’ Pastorale 51 di Vetto.

 

XXI Giornata di Raccolta del Farmaco
9 - 15 febbraio 2021

Chi vorrà partecipare a questo gesto di carità, potrà andare in una delle oltre 5.000 farmacie che aderiscono all’iniziativa e acquistare uno o più medicinali da banco per i bisognosi. I farmaci saranno consegnati agli enti assistenziali del nostro territorio che offrono cure e medicine gratuite alle persone indigenti.
Crediamo che, oggi come non mai, sia necessario che quante più persone partecipino all’iniziativa.
Anzitutto, per un’esigenza concreta: i poveri hanno bisogno di medicine, ma non possono acquistarle; tante realtà assistenziali che si prendono cura di loro, hanno risentito della pandemia, e hanno bisogno di tutto il sostegno possibile per offrirlo, a loro volta, ai poveri che chiedono loro rifugio.
Servono testimonianze di grande umanità e come ha ricordato Papa Francesco: “La Giornata di Raccolta del Farmaco è un esempio importante di come la generosità e la condivisione dei beni possono migliorare la nostra società e testimoniare quell’amore nella prossimità che ci viene richiesto dal Vangelo”.


 

Sante Messe e celebrazioni dell’Unità Pastorale di Vetto con intenzioni

 

VETTO

Sabato 6 febbraio - Memoria di S. Paolo Miki, sacerdote e Compagni, martiri ore 17,00 S. Messa Def. Novembrini Egidio

Domenica 7 febbraio -V T.O. Solennità della Beata Vergine della Porta – patrona della diocesi - Giornata per la vita ore 10,30 S. Messa

Martedì 9 febbraio - ore 15,30 S. Messa Def. Oriele e Renato

Mercoledì 10 febbraio Santa Scolastica, vergine:
ore 16 – 17 Adorazione Eucaristica
ore 20,00 S. Messa Def. Olimpia, Oreste, Renzino, Pierino

Giovedì 11 febbraio Beata Vergine Maria di Lourdes – 29° GIORNATA DEL MALATO ore 15,30 S. Messa del Malato

Venerdì 12 febbraio - ore 15,30 S. Messa

Sabato 13 febbraio S. Maria in sabato  - ore 17,00 S. Messa Def. Piera, Piero, Mariangela

Domenica 14 febbraio - VI Tempo Ordinario ore 10,30 S. Messa Def. Arlotti Lidia, Bertolini Lorenzo e famiglia

COLA

Domenica 7 febbraio - V T.O. Solennità della Beata Vergine della Porta – patrona della diocesi - Giornata per la vita ore 9,00 S. Messa Def. Crovi Lino e Maria

Domenica 14 febbraio - VI Tempo Ordinario ore 9,00 S. Messa Def. Pierino, Orlando e Italina

 


 

Il volume “Lectio divina sulle letture delle domeniche dell’anno C”, raccoglie le riflessioni tenute da don Paul. Il prezzo di acquisto è di 10 € ed reperibile presso le chiese di Vetto e Cola nelle giornate festive nonché contattando telefonicamente i numeri: 3286999879 (Erio) e 3349832188 (Ivano).
Può essere un’ottima idea per un regalo sobrio e di grande utilità.

 

OFFERTE per il restauro e messa in sicurezza chiesa San Lorenzo in Vetto:
Banco BPM Vetto IBAN: IT51 V 05034 66530 000000010052
La parrocchia ringrazia tutti coloro che continuano ad offrire il loro contributo per il restauro della chiesa

Unità Pastorale di Vetto
(Parrocchie di Cola, Crovara, Gottano, Piagnolo e Vetto)